26 gennaio 2008

SGARRO

Oggi si festeggia il compleanno della mia cara sorella..la famiglia si dirigerà presso il ristorante migliore del PAESE per gustare piatti tipici abruzzesi rivisitati secondo le ultime tendenze ma dal sapore genuino e inimitabile..mi spiace che il Cicciociccio sia a Roma, ormai lui è così parte di me che quando faccio una cosa che davvero mi gusta (e soprattutto che so piacerebbe a lui) penso sempre di volerla condividere ...e qui partono i violini dell'innamorata..vabbè tornando a noi oggi sgarro di dieta atomico ma chissenefrega..però se comincio così (sono passati sono quattro giorni e io sono già stufa) come posso portare avanti la cosa per sei mesi??
Ieri sera ho rinunciato all'aperitivo megagalattico di un'enoteca molto buona del paese che offre quattro piccoli (ma non troppo) assaggi di pietanze insieme ad un vino della loro cantina a scelta (di ottima qualità). Ecco io sono riuscita a passare una serata con un bicchiere di acqua tonica di fronte guardando le mie due amiche superacciughine che divoravano questi piatti deliziosi ed erano sicuramente più contente di me perchè erano brillocche!!

Ieri ce l'ho fatta ma mi rodeva abbastanza oggi tenterò di non esagerare, anche se io quando pranzo o ceno fuori sono della scuola di pensiero di non privarsi di nulla per poi recuperare il giorno dopo..
Sto cercando di ricordare lo stato mentale di quando ero a dieta l'ultima volta (circa due anni e mezzo fa ebbene sì) per sapere come si fa a resistere...e soprattutto come avere pazienza visto che i risultati si vedono molto poco..
CG

Nessun commento: