9 marzo 2010

ESERCITO IL DIRITTO DI NON ENTRARE IN DISCUSSIONE

Si vede che non è periodo eh?
Tante cose sono risolte..ma è quando si risolvono che alla sottoscritta prende il coccolone..prima e durante no, divento fredda e solida come un muro, affronto la barriera come fossi in guerra, mi sento ebbra e quasi felice perchè Sì sono una donna forte e ce la sto facendo..poi il problema passa e io mi ritrovo a piangere come una bambina di quinta elementare ..

Tipo ieri sera quando ho finito di leggere un libro che mi rimarrà nella memoria per molto tempo..è un libro sulla persecuzione degli ebrei senza essere un libro sulla persecuzione delgi ebrei..è molto molto di più..è così evocativo ed è scritto in maniera così particolare che non credo lo dimenticherò facilmente..

E' ovvio che è un libro difficile e va letto solo se si è in un periodo in cui si è particolarmente fomentati nei confronti della lettura in generale...e anche molto carichi di buon umore, che altrimenti rischi di cadere in depressione..ecco non era il caso mio..

Ho pianto anche quando ho ripensato a quali delle amiche vere mi fossero state vicine il giorno del compleanno..ovvio che non parlo di regali e di festeggiamenti insulsi, per quello ci ha pensato l'"amica" scroccona a starmi vicina..no, parlo delle migliori amiche..cazzo sono tutte lontane..cazzo alla fine sono sola..
Sono molto meno sola qui su che nella vita reale..e giù lacrime..

Ho pianto anche quando ho pensato che mi è difficile condividere le cose..quelle brutte le tengo per me..non ce la faccio proprio..ma non ho pianto tanto per questo..ho pianto perchè non riesco a condividere le cose belle..e NON SI TRATTA DI PUDORE..non lo so di che si tratta, e che..semplicemente non mi va..Menomale che c'è il blog, rileggendolo mi accorgo di come le mie passioni vengano fuori da sole senza bisogno di raccontarle, semplicemente scrivendole..na robba maggica..

E infine ho pianto perchè non mi va di lottare contro i mulini a vento, sinceramente, non mi va..non mi va di fare cose in cui NON credo, e non mi piacciono le generalizzazioni e le persone che devono avere, socialmente politicamente, giuridicamente sempre una ragione da esporre..preferisco l'ascolto e alle volte il silenzio..preferisco essere la solita bastarda qualunquista che proferire parole in cui non credo e fare la guerra contro me stessa...e contro un mondo che è forse il migliore dei mondi possibili..

7 commenti:

ziamaina ha detto...

"preferisco l'ascolto e alle volte il silenzio...": e ti sembra poco?
Con tutta la marea fetida di gente ignorante per parla, parla, parla, finché trova qualcosa da dire? Sia benedetto il tuo silenzio.
E le tue lacrime, che sono un dono per la tua anima e per i tuoi occhi.
E se non ti ho convinto abbastanza, leggi pure qui :-)
Un abbraccio...

Lipodotata ha detto...

Piccola, è più normale di quello che tu pensi il crollare emotivamente quando le cose si mettono a posto... Finchè sei insicura, hai paura, devi alzare ogni tipo di difesa, ma quando tutto è passato ti rilassi e torni ad essere vulnerabile ed emotivamente più sensibile.... In ogni caso sappi che, come spesso accade, mi piace molto quello che dici e come lo dici... :o*

S.B. ha detto...

Tranquilla, se vuoi essere quello che sei che male c'è?

hachi84 ha detto...

Anche per me il mio blog è una cosa MAGICA, riesco a sfogarmi totalmente ed è quasi l'unico vero confidente che ho!! (sono pazza lo so!)

Cmq a parte questo non ci trovo nulla di male nelle tue lacrime....sei VERA e lo dimostri in questa maniera! (e chiamalo poco!)

emily ha detto...

ciao, sono venuta a consocerti, hai lasciato un commento così dolce che mi hai colpito.
ho letto parecchio del tuo blog e mi sono fatta un'idea, il tuo gattone poi, è strepitoso!
grazie del passaggio, tornerò a trovarti, un abbraccio

p.s. la vita è una fatica immensa, e più si è sensibili e più è faticosa. se poi si è anche intelligenti....ma è importante imparare delle tecniche di sopravvivenza, e il blog è un'ottima strategia!

ziamaina ha detto...

Scusa cara, il riferimento alla pagina era questo, il sito è multilingue, avevo messo quello della pagina in inglese...

Cupcakes ha detto...

Anche a me capita talvolta di pensare alle mie amiche: ho tante amiche che io reputo con la A maiuscola ma che a ben pensarci non so se loro reputano me con la a maiuscola.

Se dovessi essere in difficoltà una sera, metti il caso stasera che è Sabato dovessi chiamare alle mie amiche dicendo loro di sentirmi sola, triste e di aver bisogno di una spalla su cui piangere. NOn verrebbe nessuna e ne sono sicura. tutte rimanderebbero magari a domani mattina, perchè oggi è Sabato e bla bla bla. Che tristezzona infinita.

Il blog è una valvola di sfogo che spesso ti permette di conoscere persone più valide di quelle che hai accanto.