12 giugno 2010

GIRL GEEK DINNER






Ieri ho fatto DUE cose che non avevo mai fatto prima:

Numero uno: sono uscita di venerdì sera dopo una settimana lavorativa da mandare ai pazzi..

Numero due: ho partecipato per la prima volta a uno di questi:

Devo dire che la spinta piu' grande ad andare completamente in solitaria ad uno di questi eventi, per di piu' dall'altra parte di Roma, è stato il voler conoscere lei, per forza e a tutti i costi: lei

Vi dirò che ho fatto bene: io me la cavo abbastanza nel dare un giudizio alle persone la prima volta che le incontro. Lei, mi sembrava di averla già conosciuta ...ha una faccia bellissima, simpatica e familiare, e dimostra sicuramente dieci anni di meno..è solare, spontanea e comunicativa e molto interessante...Emanuela ti basta ? ;-) Insomma, sono stata molto bene..nonostante il piccolo "imprevisto dell'ultimo minuto" prima di uscire di casa, nonostante lei dichiarasse tre ore di sonno tre, eravamo vispe come anguille nel fiume (beh, non proprio, però ce la siamo cavata) abbiamo bevuto i nostri cocktails della vita , mangiato finger food, raccontato pezzi della vita di ognuna e ascoltato gli interventi delle ospiti della serata...c'era anche Chiara di machedavvero, la sottoscritta previdente si è portata dietro borZa gigante con il suo libro dentro e se lo è fatto autografare...Chiara - Wonder è davvero davvero davvero bellissima, di una bellezza fuori dal comune che ti fa sentire un pò un cesso ambulante, e nonostante questo. molto alla mano...si è emozionata mentre mi autografava il libro, ci ha ringraziate, e mi ha raccontato della sua prossima presentazione alla Feltrinelli di Piazza Colonna..

Nota dolente: a parte il piccolo intrattenimento con Wonder, non abbiamo socializzato con nessuno, e anzi, i due soggetti che erano seduti al tavolo dietro di noi si sono fregati senza colpoferire i nostri due meravigliosi boccali di birra - gadget della serata, mentre eravamo fuori a fumare....ecco un altro buon motivo per smettere..definitivamente..

Riflessione numero uno: il sacrificio di vivere a Roma viene ripagato da serate come questa, in cui tutto assume leggerezza e magia, senza fatica..

Riflessione numero due: Emanuela è speciale, quando ci siamo accorte che non c'era un taxi disponibile nel giro di tre chilometri e che la metro era chiusa per sciopero, mi ha accompagnata vicino casa, affrontando il meraviglioso traffico del venerdì sera di Trastevere senza battere ciglio..una donna - un mito.. ecco, volevo ringraziarla pubblicamente per questo gesto che per me vale piu' di mille parole dette da amici (spesso maschi) che ti lasciano in mezzo a Roma nel cuore della notte augurandoti: " Beh, s'è fatto tardi , Buonanotte!"

6 commenti:

emanuelas ha detto...

mah..grazie..figurati..mi fai arrossire.. :-)
anche per me è stato un vero vero piacere! e l'unica cosa per cui valesse la pena affrontare un venerdìsera-ultimogiornodilavoro con solo 3ore di sonno fatte..davvero!
bella serata ci voleva proprio.

ps: il nano aveva la febbre alta quando sono rientrata e sono stata almeno un'altra ora a fare il mio dovere di mamma.. U_U

Paola dei gatti ha detto...

è bello sapere che avete pSSATO UN splendida serata insieme: vale le tre ore di sonno e gli imprevisti... l'imperatrice non ha partecipato?

sononera ha detto...

Emanuelas...tutto vero, e lo penso.;-)
povero nano..e povera te ;-)

Paola: al prossimo giro la dittatrice (così l'abbiamo ribatezzata facendola scendere negli inferi del potere assoluto) ce la porto di sicuro ;-)

Cupcakes ha detto...

Qua i mezzi pubblici nemmeno esistono di giorno, figuriamoci di notte.

Ho sentito parlare dell'evento a cui hai partecipato, sembra molto interessante ed è bello che tu ci sia andata con una persona che hai conosciuto dal vivo dopo un'amicizia virtuale, e che ti è piaciuta soprattutto.

Paola dei gatti ha detto...

passa da me con l'imperatrice...

widepeak ha detto...

cavolo
la prossima volta ci vengo anche iO!!!
:)