1 settembre 2010

CAGOTTO

Sono in CRISI, di quelle nere, con il mio Lui..e di conseguenza sono in crisi potentissima con me stessa..provo odio e orrore nei confronti della mia persona..come al solito..come sempre..

E' iniziato tutto dopo Madrid..anzi durante la vacanza a Madrid...sono stata malissimo..mi sono fermata, durante quel viaggio, per la prima volta dopo innumerevoli vicissitudini, e il cevello ha iniziato a camminare..e pure parecchio..cosa ne è venuto fuori? ho pensato a cosa sarebbe stata la mia vita se, oggi come oggi, fossi di nuovo single...e mi sono sentita incredibilmente leggera..ho sentito quella magnifica sensazione che è madre di ogni entusiasmo che si chiama: VOGLIA DI RICOMINCIARE DA ZERO..l'ho trovata commovente, e a dir poco stupenda..

Oltremodo, durante questi due mesi, ho conosciuto delle donne che hanno abbandonato l'impegno del matrimonio e sono rinate..oltre al fatto che ne ho conosciute altre che sono infelicemente sposate e sull'orlo di una crisi di nervi..

Qui non si scherza piu' ragazzi, qui si parla di "per tutta la vita" e io non ci credo per niente a quel "per tutta la vita" anche se non potrei vedere me stessa senza di lui neanche tra cento anni....

Mi chiedo se sono solo io, così sbagliata, immatura, sola e bipolare, o se anche voi, donne sposate o in procinto di, vi siete immaginate di nuovo sole con voi stesse, nelle miriadi di possibilità che la vita ci regala quanto meno ce l'aspettiamo..so che tutto si sistemerà, ma mi rode il culo parecchio, perchè a novembre scorso il nostro sogno di sposarci prendeva vita, e vi assicuro che anche progettare una roba del genere è davvero davvero meraviglioso..è tutto poi viene di nuovo strappato via, così, senza che nessuno ci avvisi..

Molto semplicemente: non lo amo piu'?

23 commenti:

JuleZ ha detto...

Sononera, nessuna di noi ha la tua risposta, temo.
Quello che posso dire (però non ho mai avuto una storia lunga come la tua, dunque prendi la mia esperienza con il beneficio della mia ignoranza) è che ogni tanto ci penso a come starei senza di Lui. a tutta quella libertà. Poi però mi rendo conto che con lui posso essere completamente me stessa, senza le censure che la vita sociale mi impone che io voglia o meno, che lui non mi giudica e che specchiarmi nei suoi occhi mi fa sentire più bella di quanto non lo faccia guardare uno sterile specchio. E per me è questa la vera libertà.
Io ho paura come tutti di stare sola, ma non sono mai scesa a compromessi. Se non lo ami più, e lo sai solo tu, taglia. Ma se lo ami, allora questo è solo panico da fede.
Ogni tanto mi sembra di avere la mano sx più pesante e che l'anello non uscirà più. Un attimo di claustrofobia. Poi lo guardo. E passa. Ti auguro che sia così anche per te.
JuleZ

Lipodotata ha detto...

Sappi che certe considerazioni e certe domande te le farai altre 500 volte nella vita....sia che ti sposi sia che tu sia sola.....e se sarai sposata ti chiederai se non era meglio stare sola e se sarai sola rimpiangerai il non esserti sposata.... il fatto è sempre e soltanto che "date ad un uomo tutto ciò che desidera e proprio in quell'istante egli sentirà che tutto non è tutto"..... :o))))

sononera ha detto...

Jule, ti ringrazio per le tue parole, sei una delle lettrici piu' dolci che io conosca...

Ovviamente la domanda la faccio a me , in quanto sono in totale stato confusionale, e vorrei saperne di piu'..
anch'io ho un uomo come il tuo..l'ho amato da subito perchè mi ha reso una persona libera ...sono sempre stata me stessa con lui, non ho mai dovuto fingere, e anche in questo misero periodo Lui sa come mi sento e si sta comportando da uomo maturo e non pressante quale è..ma questo è l'amore, tutto e il contrario di tutto..sono quasi sicura di aver capito cosa c'è che non va..sono io, sono troppo esigente, mi stufo subito, sono una immatura del cazzo..non sono pronta e forse mi piace essere così..

lipo: non è come la penso io, ma insomma, ci va vicino..

biancamora ha detto...

Io spesso ci ho pensato anche un pizzico di nostalgia al tempo in cui ero single, ho pensato anche come sarebbe stato ipoteticamente diventarlo nuovamente, come un volo di fantasia.
La mia risposta è stata che forse non sarei la persona che sono ora senza l'uomo che ho accanto.
Spesso credo di non amarlo, altre volte penso di odiarlo... So che non è bello da dire, ma la vita di coppia e famiglia spesso è terribilmente difficile e ci si paragona a chi è libero e se ne sta a casetta. Facile poi per me che ho 26 anni e che ho tutte le mie coetanee ancora a casa...

Comunque sia, divagazioni a parte, io nei miei bilanci penso che ne sia valsa la pena e che ne vale la pena.
Costruire qualcosa a 2 è molto più gratificante, la crescita è maggiore e la grinta che si tira fuori è incredibile.
L'amore poi va reinventato, bisogna crescere in due e diventare assieme quel che saremo.

Io penso che dovresti solo provare a pensare seriamente a quel che saresti senza di lui, emozioni, nostalgie, miglioramenti?, peggioramenti? cercare di vivere dentro di te ciò che sarebbe, potresti schiarirti le idee...

Io il matrimonio l'ho vissuto sotto l'effetto di un turbinio di ormoni quasi drogata (ero incinta!), chi sa come l'avrei affrontata in maniera diversa!

p.s.: Un giorno di questi ti devo fare una piccola confessione e qualche scusa...
La prossima volta magari che sei su Skype... Un bacio!
Erika

sononera ha detto...

Biancamora: ma scusa di cosa? che scherzi! risposte come la tua mi fanno bene al cuore, sei stata molto sincera e molto onesta e questo ti fa onore..mi piaccciono le coppie come la tua, in cui si cammina piano piano e si cresce insieme con la consapevolezza di stare costruendo qualcosa di speciale..e credo che qualcuna di quelle amiche single e ventiseienni invidia molto quello che hai!
grazie tesoro un abbraccio grande

emanuelas ha detto...

Ciao bellezza, sì mi sembra proprio il cagotto pre-matrimoniale a farti parlare.. credo sia normale, credo che chiunque si sia sposato abbia avuto dei SERI dubbi poco prima..
ora.. ituoi dubbi potrebbero essere fondati, oppure no.. come dice biancamora, l'unica è provare a pensare a come sarebbe la tua vita senza di lui.. è per questo motivo che io e il mio lui non ci sposiamo per non spaventarci a morte e dover prendere questo tipo di decisione (..per tutta la vita..) e così da immaturi e incoscenti proseguiamo per la nostra strada, che ci porterà dove decideremo noi, ma senza vincoli, a parte il piccolo dettaglio del bimbo.. (ops)
non vorrei essere nei tuoi panni tesoro..ti abbraccio forte.
e.

Ginger ha detto...

Dai tuoi post mi è parso di capire che la tua metà è una persona molto comprensiva.
Gliene hai parlato di questi tuoi dubbi? Forse lui è spaventato quanto te.
Se poi invece quello che tu metti in dubbio è il Tuo amore per Lui, allora forse è meglio non parlargliene e affrontare il tutto da sola (penso che non sarebbe giusto caricarlo di una cosa del genere, che magari alla fine è un falso allarme).
Se invece è il "contratto" matrimonio che ti spaventa e ti fa pensare a come sarebbe essere single allora datti solo un altro po' di tempo.
E' un passo importante ed è normale essere spaventati e dubbiosi.
Ti abbraccio.
P.s. hai qualche amica sposata con cui parlare? magari hanno avuto esperienze simili alla tua.

sononera ha detto...

aivoglia Ginger se ho amiche sposate con cui parlare..di tutti i tipi..da quella che ha fatto un colpo di testa e si è sposata a due mesi dalla conoscenza del suo lui, a quelle che lo hanno fatto dopo 15 anni di fidanzamento e altrettanti disastri..ma ogni storia è a sè, e si può chiedere consiglio ma non paragonarsi..
Il mio lui è il signor comprensione, ma è anche uno di polso, che ha preso in mano la cosa al meglio..mi ha detto solo questo: non me ne frega niente del matrimonio, voglio solo che tu sia felice..qualunque cosa deciderai ti appoggio in pieno...si può non amarlo? purtroppo pare di sì..

Ginger ha detto...

*.* santo subito!!
P.S. Hai ragione, ogni storia è a sé :)

pollywantsacracker ha detto...

bellissimo il commento di julez!

io non posso dire nulla, non sono mai stata sposata e non sono neanche innamorata.
però ti stringo forte, e ti ascolto.

Paola dei gatti ha detto...

allora: la sottoscritta non ha mai creduto nel matrimonio per tutta la vita e si è spposata ...prendendo la precauzione ,grazie ad un amico avvocato,che se necessario il matrimonio sarebbe risultato nullo(lui è cattolico praticante): sono felicemente sposata dal 77, molta gente che si è sposata per sempre ha divorziato... ognuno è un caso particolare!io penso che voi due siate una coppia tipo la nostra. di ferro nonostante tutto!

Anonimo ha detto...

Io credo che sia "normale". Io che sono stata la trombamica, la ragazza, la fidanzata e poi la moglie mi sono sempre un po' chiesta come avrebbe potuto essere la mia vita in contesto diverso.
Da single pensavo a come poteva essere la vita da fidanzata.
Da moglie pensavo a come poteva essere la vita da single.
Non per sminuire ma è un po' come il fatto che le donne vorrebbero i capelli ricci quando li hanno lisci e quelle lisce li vorrebbero ricci.
Noi donne stiamo sempre a pensare all' "alternativa", credo sia insito nel DNA femminile.
Io posso riportarti la mia umile opinione, non mi ridere in faccia però, visto quanto è durato il mio matrimonio...
Io mi cagavo letteralmente addosso. E' normale provare paura di fronte al "tutta la vita". Credo che si giuri perchè in quel momento ci si crede e si vorrebbe che fosse così sempre....poi bella, chi vivrà vedrà.
Mezzamelarossa

sononera ha detto...

Paola: io però non sono in gamba come te..lui sì, grazie a Dio..
Manu:hai fatto bene, perchè se ti prende come a me, poi sono cavoli amari..
Polly: prometto che appena ho un pò di tempo ti scriverò..
Mela mia: lo so che è così, e non è che ci possiamo fare nulla..la verità è che cerco un pò di pace nel mio cranio, e non so quando arriverà..davvero non lo so..

widepeak ha detto...

come ti ho già detto una volta io ho il massimo rispetto per il matrimonio, ma non ho mai pensato che fosse un giogo inappellabile. forse perché mi sono sempre sentita libera, non ho mai rimpianto la mia scelta...credo che progettare un matrimonio sia sempre molto stressante però e che questo molto banalmente possa influenzare il resto...fai attenzione a non caricarti troppo. ci dobbiamo vedere presto, non appena mi libero un po', provo a contattarti, che dici?
un abbraccio

sononera ha detto...

wide, quando vuoi..io sono qui..non vedo l'ora...;-)

JuleZ ha detto...

intanto grazie e poi... ho scritto un post per te.
Qui:

http://giuliapassionejulez.blogspot.com/2010/09/giulia-passione-rimedio-per-lansia.html

Ps: grazie mille, non mi dicono spesso che sono dolce.. di solito mi maschero bene!

Paola dei gatti ha detto...

credo che wide abbia detto la cosa giusta: il nostro funziona perchè sappiamo che, in realtà , siamo liberi... e in effetti è così... il matrimonio obbligatoriamente per sempre non esiste più, quindi NON è un cappio al collo:siete insieme da 10 anni perchè lo volete, continuerà ad essere così, nonostante la firma su un registro.

il 22 dicembre si sposeranno carlae antonio, due cari amici, ex divorziati che avevano deciso che non si sarebbero sposati mai più...ormai convivono da un numero notevole di anni... l'alrùtra sera antonio ha detto a carla: il 22 dicembre, che è il tuo compleanno, ci sposiamo! mio marito ed io saremo i testimoni!

Pamirilla ha detto...

Le tue amiche hanno già detto tutto e di più, non ho nulla di saggio e illuminante da aggiungere. Posso dirti che ti capisco benissimo, che mi faccio mille volte la stessa domanda su un uomo che non lascerei mai, che adoro e che però....ma lo amo....ma anche....
E dunque ti abbraccio e ti dico al solito che ti voglio bene e che se non fossi la donna intelligente e in gamba che sei forse non ti faresti tutti questi problemi perchè vivresti come un'ameba superficiale. Un bacio

Albatros ha detto...

Passavo, curioso ho letto... E ho deciso di commentare!!2 cose mi hanno colpito: la tua frase"ho sentito quella magnifica sensazione che è madre di ogni entusiasmo che si chiama: VOGLIA DI RICOMINCIARE DA ZERO..l'ho trovata commovente, e a dir poco stupenda.." e il primo post di Julez quando afferma:
"Poi però mi rendo conto che con lui posso essere completamente me stessa, senza le censure che la vita sociale mi impone che io voglia o meno, che lui non mi giudica e che specchiarmi nei suoi occhi mi fa sentire più bella di quanto non lo faccia guardare uno sterile specchio. E per me è questa la vera libertà." . Io credo che devi riflettere su come percepisi la presenza del patner, se come un intruso, a volte addirittura un problema, un peso; oppure un complice, un amico, un amante... Sono divorziato, e forse, se avessi dato retta alle mie sensazioni avrei evitato un mare di problemi. Valuta bene ciò che dai e ciò che ricevi... Ogni rinuncia, ogni silenzio, ogni torto che riteniamo di subire, piccolo o grande che sia , è un sassolino che buttiamo nella cesta che portiamo sulle spalle. Quanto il peso diventa insostenibile, lasciamo andare la cesta... Non lasciarti condizionare dalla parola data, rifletti in totale libertà, non essere già schiava di una promessa, le cose cambiano. Le persone che ti vogliono bene saranno sempre con te.
Good luck!!:-)

sononera ha detto...

Paola: auguri ai tuoi amici..;-)

Pamirilla: grazie delle splendide parole, in realtà non ho mai considerato la superficialità un difetto, ne vorrei un pò anche io, molte volte..;-)

Albatros: grazie per essere passato di qui, la verità è che vorrei essere sposata mantentendo come ora quella sensazione che è la voglia di ricominciare da zero..non so se sarà possibile farlo, nella pratica (anche se con Lui le premesse ci sono tutte.)

Paola dei gatti ha detto...

si, la voglia di ripartire restas se si è con la persona giusta.

ho internet che funziona male... se sparisco sai perchè

Cupcakes ha detto...

Quando una storia è lunga e si condivide praticamente tutto, è facile chiedersi se si ama il proprio compagno o se si sta insieme per abitudine. Una bella abitudine, aggiungerei, ma pur sempre abitudine. Non ti vedresti mai senza di lui perchè lo ami troppo, o perchè sei sempre stata con lui da molti anni a questa parte?

Non credo che ci sia una risposta a questi quesiti, però. Non credo che capirai se lo ami follemente o se è stato un calesse per tutto questo tempo. Credo solo che tu debba fare una scelta, e credo che quella scelta sarà sposare il tuo Lui.

Perchè lo sposerai? Perchè non riesci a vederti senza di lui, e questo dovrebbe bastarti.

Cupcakes ha detto...

Ps: Quando leggo quei blog delle ragazze che sono in procinto di sposarsi mi chiedo sempre se io proverò mai lo stesso, quella felicità e quella convinzione che si sta facendo il passo giusto con la persona giusta, e la risposta è no. Io mi stufo facilmente. Si, sono più giovane di te e la mia storia dura da poco, per adesso, ma già ora penso milioni di volte che vorrei essere single per stare con quello e quell'altro, per flirtare col mondo senza dovermi sentire in colpa, per avere storielle da una botta e via, per sentirmi libera o magari per trovare qualcuno più ricco, o con uno status sociale (?) migliore di quello di Dani. Poi però immagino Dani e penso che è un cuore, ed allora dovrò vivere finchè dura con quella voglia di cose nuove che non sarà mai soddisfatta, perchè IO scelgo l'altra alternativa.