22 dicembre 2010

LATITANTE


Lo so, è vero, latito. E' per un motivo preciso, non è che non ho tempo di scrivere. Anzi, no, non ho proprio tempo di scrivere, sono indaffarata all'ennesima potenza, tra superlavoro Natalizio, regali Natalizi dell'ultimo minuto, cene Natalizie e aperitivi Natalizi, ultime visite mediche prenatalizie. Diciamo pure che di non Natalizio in questo periodo c'è ben poco, e questa è una vera rottura di cassius.

E poi sto facendo una specie di fioretto, anzi direi digiuno, dal mondo virtuale. Perchè alle volte non se ne può piu'. Mi sono resa conto che permettere ai propri pensieri di venire fuori solo ed esclusivamente su un blog o su facebook piuttosto che a cena con gli amici, mi fa perdere qualcosa di concreto. Lo scambio umano nel mondo reale non è paragonabile a null' altro, anche se incontri persone che con te non c'entrano un cazzo. E poi, quando invece incontri persone con cui ti trovi molto bene e con cui c'è uno scambio , è ancora meglio. Tipo sabato scorso, serata in cui ho rivisto Lucy e le ho fatto conoscere un pò del mio mondo, inpraticamente le persone piu' importanti della mia vita, e Lei mi ha fatto conoscere un pò del suo mondo..sono stata molto bene. Ed ero nel mondo reale, non davanti allo schermo di un pc.

Il problema è che di solito organizzare un incontro spesso richiede tempo. Richiede fatica e organizzazione, richiede uno sforzo di volontà notevole..non è facile, è facile invece scrivere su fb uno status e aspettare che tutti commentino in maniera piu' o meno ironica. Che gioco perverso.
Mi chiedo: anche voi, alle volte avete voglia di spegnere il vostro cervello virtuale, che non se ne può piu'? Non vi annoiate, alle volte? Perchè io sì, e pure tanto. D'altra parte il Blog mi ha dato molto, e non posso rinnegare quello che è stato. Una pausa, serve una pausa. e basta.

7 commenti:

Ginger ha detto...

Ho pensato spesso a questo discorso, ma a volte si scrivono cose che non riuscirei a dire o a far capire alle persone intorno a me.
Ecco perché ho deciso di scrivere.
Come in tutte le cose ci vuole equilibrio: il blog non deve diventare causa di ansia :)
Un bacio e buone feste.

ziamaina ha detto...

Condivido in pieno il tuo desiderio di staccare. A me viene spesso quello di spegnere i pensieri, giacché troppi di loro perdurano in uno stato di odiosa amarezza.
Però anche la realtà "virtuale" del blog, gestita con intelligenza, ha il suo fascino ed il suo calore.
Cose che ormai, mi spiace ammetterlo sempre più spesso, fatico davvero a trovare nel mondo reale, soprattutto in questi schifosi giorni di follia pseudonatalizia...
Un abbraccio NON natalizio a te e alla sontuosa felina nera...

emanuelas ha detto...

ciao, lo sai, lo penso anche io quello che hai scritto.
di fatto per me è come una droga, a volte quando mi impongo di non scrivere è come se mi stessi facendo una violenza, mentre altre in cui non mi viene nulla, mi sento in colpa.
di sicuro c'è qualcosa che non va. è un meccanismo perverso che si innesca. di fatto 'vive la vie', quella vera ovviamente.
anche se devo dire che avere un appuntamento fisso quotidiano con quest'altra parte del mondo mi fa stare bene..
buone feste mia cara. io resto a roma, quindi magari riusciamo ad organizzarci un'uscita.
xx
e.

Cupcakes ha detto...

In realtà io oramai posso dichiarare d'essere una drogata d'internet.

E' più forte di me.

Non faccio quasi più nulla nella mia vita reale, mi annoia tutto ed ultimamente sto anche dando di matto per le questioni alcool, fumo, droghe. Fino ai 19 anni ero intollerante, poi ho capito che ognuno fa ciò che vuole ed ora di nuovo mi è venuta l'intolleranza.
Non esco più, se non per mangiare schifezze o per rintanarmi in un'altra casa.

Sto al pc... stagno l pc, vivo al pc.

Dovrei probabilmente disintossicarmi, ma poi cosa mi resterebbe?

Mi sa che ho qualche problemino.

sononera ha detto...

Ginger: mmm. che dire? Io ci penso poco invece, scrivere sul blog è una cosa che faccio naturalmente, quasi senza filtri. Quindi se ci panso è perchè la mia vita reale è un pò complicata e faticosa, ma molto piu' bella di quella virtuale.
E quindi? E' il caso di pensarci su.
Zia: una caro augurio di non Natale anche a te!
Manu: parto domani e torno il 29...sono a Roma fino al 6 di gennaio. quindi!! vedemose!
Cup: leggendo da te, io credo che tu sei arrivata un pò ad una svolta. Nel senso che senti di voler cambiare molte cose della tua vita..tra un pò questo accadrà ne sono sicura e prenderai la strada giusta per te (vedrei bene un trasferimento a Londra per esempio) Poi io, verrò a trovarti!

Paola dei gatti ha detto...

augurissimi dalla tribù e dalla sottoscritta e famiglia

per poco non riuscivo a fare gli auguri: la mia zona è rimasta ore senza connesione per un guasto!

Eirene ha detto...

Dio sì.
Proprio in questi giorni ponderavo l'idea di (ri)cancellarmi (e stavolta in via definitiva) da fessbook che davvero, complica e fraintende e rovina tutto.
Ma la verità è che sono pigra e quei pochi vantaggi che ha, cioè comunicare velocemente e aggratis fan troppa gola...