10 maggio 2011

PAST, PRESENT, FUTURE




Poi ci sono quei ricordi incancellabili, che si posano sul cuore senza preavviso, magari dopo un sogno andato storto o un odore che spunta da un angolo dell'armadio.
Chi ha un passato, ci deve fare i conti. Tutti ce l'abbiamo.
Conoscono persone che vivono il loro presente in maniera perfetta. Il futuro non li preoccupa, il passato non li sfiora. Io vorrei essere come loro. Non lo sarò mai. Non sono una delle poche fortunate che vivono alla giornata. Spesso penso alla persona che sono stata, fino ad ora. Alle volte mi vado benissimo, sento di essere stata corretta, di aver accettato i miei errori e di aver seguito la mia strada, altre volte mi domando come mai non abbia osato di piu' , molto di piu', sentendomi sempre quella che vive con il freno a mano tirato.
Voi come riuscite a gestire quello che era e che non è piu'?
E come vedete il futuro?
Io alle volte, mi rivedo un film di Altman. E muoio di felicità.

7 commenti:

Ginger ha detto...

Mamma che brivido... questo post potrei averlo scritto io... :)
Sono una persona eccessivamente legata al passato, ma siccome mi sta condizionando eccessivamente ho deciso di lavorarci su.
Mi lego a qualsiasi cosa vissuta (non parlo di oggetti), rimugino su quello che ho fatto, che ho detto, ecc.
A volte "decido" di dimenticare e di partire da capo.
Come mi ha detto il mio ragazzo in un momento difficile per me:"Tu sei ciò che decidi di essere da ora".
Ti ho fatto dono di una frase importantissima per me :) e spero che ti serva tanto!

Mary ha detto...

Non credo che il passato non li sfiori...il passato forgia tutti e se altri riescono a vivere il loro presente "perfetto" vuol dire che non guardano le crepe della loro anima...e prima o poi cederanno.è brutto dirlo ma non bisogna mai rifiutare quello che è stato...ma non bisogna nemmeno farne la ragione del presente quella è un'altra cosa. L'essenza del presente e del futuro siamo noi :)

Memole ha detto...

Condivido quello che ha scritto Mary...Il passato è una componente fondamentale della nostra vita...Ed è su quello che abbiamo imparato che cerchiamo di andare avanti nel modo migliore...

SuSter ha detto...

Credo che nessuno di noi possa sapere cosa si celi nell'animo altrui. magari quelle persone che a te sembrano convivere serenamente col proprio passato scarsa coscienza del presente e alcun pensiero del futuro hanno le tue stesse fisime. Dopo tutto non è la parte più vera e intima di noi quella che ogni giorno mostriamo al mondo; non certo le nostre paure, i nostri ripensamenti e le nostre insoddisfazioni.
Io credo che il nostro presente non possa considerarti in maniera autonoma dal nostro passato. Siamo la somma di tutti coloro che siamo stati negli anni trascorsi della nostra esistenza. le esperienze della vita hanno contribuito a plasmare la nostra identità e a costruire il nostro modo di essere. Non capisco molto quando parli di fare i conti col proprio passato. Ci sono, forse sì, degli episodi che ancora oggi mi fanno star male, delle macchie nel mio comportamento passato che vorrei cancellare, dimenicare quanto meno, che mi è penoso ricordare. Come tutti suppongo. Come fare ad accettare di non essere stati all'altezza? Di non essere stati come ci sarebbe piaciuto essere? Accettando di essere imperfetti anche oggi, pensando a noi stessi come la risultante di quegli episodi, ponendoci come obbiettivo quello di riuscire a superare quelle nostre debolezze nelle situazioni future. Dici che è più facile a dirsi che a farsi? Sono d'accordo con te. Personalmente non amo fermarmi a piangermi addosso negli "avrei potuto" e "avrei dovuto"; in genere allontano il pensiero penoso di ogni errore sforzandomi di andare avanti come un treno, riempiendomi di cose da fare, non lasciandomi tempo ai rimorsi. Poco salutare anche questo: prima o poi dovrai tirare fuori dall'armadio tutti quegli scheletri...

Barbara ha detto...

Io tendo a vivere il presente... ma a volte il passato mi travolge... e tornano i sensi di colpa, i rimpianti... e mi chiedo come sarebbe se.... poi torno all'oggi e mi dico che è meglio cosi... di solito... a volte in ogni caso la nostalgia ha la meglio.... ma solo a volte.
Barbara

phoebe ha detto...

L'importante è che non sia un film di Muccino...

Paola dei gatti ha detto...

ho una memoria di ferro, quindi sono vendicativa