19 agosto 2011

CRONACHE DI UN PRESENTE PERBENE

Io amo essere una persona perbene. Se qualcosa va fuori dai miei schemi mentali, io perdo la testa. Devo rimanere nella legalità a tutti i costi, e ci mancherebbe direte voi, ma non sto parlando di rapine in banca o scippi violenti alle vecchiette di Roma, sto parlando invece di cose futili, e di trasgressioni che potrebbero essere tollerate amabilmente. Tipo salire ogni tanto sul bus per fare tre  e dico tre fermate senza fare il biglietto, o per una volta, provare l'ebrezza di non rispettare una fila chilometrica e intrufolarsi nel mucchio. O, che ne so, stare piu' del tempo dovuto su internet al lavoro, quando invece c' è un sacco di cose da sbrigare, o superare i limiti di velocità sulla superstrada da buon vecchio italiano per bene. O ancora, non essere sempre la solita vecchia sobria che rimane tale nelle serate di sfascio atomico, per accompagnare in macchina poveri amici molto meno sobrii di me.
No, io queste cose qui, non le faccio. Io devo dare l'esempio civico cominciando dalle cose piccole. Che poi credo sia poi l'unico modo per venire fuori dalla becera situazione politica e culturale che stagna da anni nel nostro Bel Paese. Vedi che scema che sono. E ci credo pure.

Non sono una bacchettona, non sono una pesante. Sono per la legalizzazione di tutte le cose che in Italia dovrebbero essere legalizzate ma non lo sono, penso che abbiate bene in mente di cosa sto parlando: droghe leggere, matrimoni omosessuali, fecondazione assistita eterologa e tante altre amenità che non sto qui ad elencare, per non rattristarvi ulteriormente.

Quindi non si tratta di apertura mentale, si tratta di semplicemente di educazione un pò troppo ecco, un pò troppo educata.

Ovvio che però tutto questo ha un limite. Il crimine certamente non paga. Ma la mancanza totale di trasgressione nella propria vita, sinceramente, neppure. Ecco perchè, forse, a un certo punto, al cibo , quello godurioso e trasgressivo, io non riesco a rinunciare. E guarda caso ci sono riuscita meglio solo nei periodi in cui ho superato i miei limiti e ho fatto la ragazza cattiva. Ecco perchè non riesco assolutamente a smettere di fumare. Il fumo è la mia parte trasgressiva, quella davvero stupida, me ne rendo conto, ma l'unica in cui essere me stessa senza sentirmi perennemente in colpa. Questo fino a 5 giorni fa. Perchè ho capito che mi sto facendo del male fisico, con la scusa di non dover essere sempre e comunque politicamente corretta. E quindi, insieme al Santouomosubito stiamo valutando di smettere di fumare. Io sono circa quattro giorni che non fumo (eccettuata la mezza sigaretta del dopo birra di ieri sera, e che vogliamo fare, non ce l'ho fatta proprio) , lui si è deciso ad acquistare questo libro qui. Ma non ancora lo ha fatto, urge assolutamente ricordarglielo.


Detto questo, ecco come sto messa:sul cibo diciamo pure che non posso continuare a trasgredire piu' di tanto altrimenti rischio il ritorno della taglia cinquantadue nel giro di un mese, sul fumo di sigaretta mi resta solo da metterci una bella pietra pesante sopra, perchè è ora di finirla con questo schifo, per cui, cosa mi rimane?
Già, cosa mi rimane? IO DEVO TRASGREDIRE. Periodicamente. Altrimenti muoio. Datemi, per carità, qualche idea. Grazie.

Vi lascio con un pezzo di uno dei miei scrittori preferiti del momento.Non c'entra quasi nulla, ma la sento fortemente pertinente a quello che provo in questo periodo.

"Non importa con quanto scrupolo seguirai le indicazioni: avrai sempre l'impressione di aver perso qualcosa, la sensazione sprofondata sotto la tua pelle di non aver vissuto tutto. C'è quel sentimento di caduta nel cuore, per essere andato troppo in fretta nei momenti in cui avresti dovuto fare attenzione. Be', abituati a quella sensazione. È così che un giorno sentirai tutta la tua vita. È solo questione di abitudine. Niente di tutto ciò ha importanza. Ci stiamo solo scaldando."

Chuck Palahniuk, Invisible monsters.

8 commenti:

JuleZ ha detto...

trasgredisci sulla lettura (io stasera sono tornata a casa e ho dedicato mezz'ora alla lettura.. mi sembrava di essere TRASGRESSIVISSIMA).
Legato a questo trasgredisci sulle pulizie (che era quello che avrei dovuto fare al posto di leggere).
Comprati qualche cosina carina per farti delle maschere ai capelli o qualche smalto sbrilluccicoso.
E poi uscite con le amiche.

Sì lo so, non sono molto trasgressiva neanche io... E lunedì ricomincio la dieta.
SOB!

sononera ha detto...

Ecco! che buona idea. tragredire facendo la dieta. Per me in realtà, paradossalmente, è la piu' alta delle trasgressioni!

Per quanto riguarda la lettura, dovrei fare al contrario e smettere di leggere libri, che sono diventati un'altra droga. Ma che bella droga però. :-)
Julez, per quanto riguarda le pulizie, domani rientro a Roma, la mia casa è rimasta chiusa per circa 15 giorni consecutivi ,vedrai che di trasgressivo avrò molto da fare! e se pulissi con aspirapolvere e tacchi a spillo? ah ah ah , che figata!
un abbraccio tesoro tutto rosso di capelli!

MissPansy ha detto...

Orca la miseria come mi ci vedo in tutta quella storia delle piccole cose.
Mi ci trovo proprio a disagio quando qualcuno, magari, fa il furbo e mi passa davanti in una fila, tanto che lo faccio passare e amen, senza nemmeno dire nulla.

Quindi come livello di trasgressione sono schifosamente fuori classifica!
Però la prima cosa che ho pensato è stata: e se metti da parte i soldi che spenderesti in sigarette e ti ci compri una cosa che altrimenti non avresti mai preso?
Ho un'ideuccia circa un paio di scarpe che sicuramente avrai visto in tal negozio ad un prezzo non troppo abbordabile...
Ecco una cosina così per me è moooolto trasgressiva :D

biancamora ha detto...

Le trasgressioni io non so neanche dove sono di casa... Sigh sigh...
Per me figurati che è trasgressione quando la mattina quando c'è la scuola per la nana mio marito la porta e io per una mezzoretta abbondante mi abbandono ad un favoloso nulla fare...
Per il resto mi ritrovo alla grande, considera che anche ora che sono incinta non vado avanti alla fila. E ho un pancione epico! Enorme! E mancano ancora due mesi... Buahhhhh!!!
In più non fumo e non bevo.
'na tristezza.
Comunque io non penso che bisgona trasgredire le tegole sociali per sentirsi bene, magari un po' di sanissimo egoismo ogni tanto ci vorrebbe. A me manca quello... :(

sononera ha detto...

Miss: ecco, questa cosa dello shopping l'ho appena messa in pratica, e sono molto soddisfatta. Aver risparmiato almeno 20 euro di sigarette in una settimana e averle tramutate in una maglietta stupenda, per me non ha prezzo! ma, purtroppo non ho ancora smesso completamente, solo diminuito in maniera drastica. e ovviamente ho già preso un paio di chili. Sob.


Biancamora: ma tu hai fatto la migliore delle trasgressioni. Scegliere di avere due bimbi e un marito e una famiglia così bella. Ed è vero, ci vuole un pò di sanissimo, bravissimo, purissimo egoismo! Ecco. Ps: ma quanto manca?

biancamora ha detto...

Dipende dai punti di vista... Sicuramente non è solito in una grande città come Roma trovare una coppia come me e mio marito...
Comunque io conto molto sul fatto che verso i 40 anni ricomincerò a farmi le vacanze senza i figli al seguito! Chi prima e chi poi... ;)

Comunque ufficialmente macherebbero poco più di 11 settimane, ma considerando che anche il gine è d'accordo a farmelo sfornare prima ancora 10 settimane e dovrebbe essere fatta.
Ma questa volta mi sento assolutamente impreparata!! Assurdo, no? :-S Considerando che per la prima ho affrontato tutto senza alcun timore e con sicurezza...

ILA ha detto...

Tesoro, ti parlo per esperienza personale: trasgredisci pure con il cibo se ti va! Si può fareeee!
Ossia, tieni duro dal lunedì al venerdì, e poi sabato o domenica scegli qualcosa che ti è super vietatissimo,tipo un gelato, o il cioccolato, o una porzione mini di patatine fritte (io...ok ok lo dico, lo confesso: io....mi facevo un mini panino integrale di...cioccolo fondente e salame! Ecco, l'ho detto!)e GODITELA fino all'ultima briciolina, perchè tanto l'una tantum non rovina la dieta, ma fa bene allo spirito! ;)
E una sigarettina ogni tanto, purchè non torni il vizio, secondo me te la puoi pure concedere (io sono 2 anni che cerco un figlio e ho smesso per quello...eppure ogni tanto la voglia è così forte che... beh, me ne fumo magari solo mezza, in gran segreto e da sola, ed è una trasgressione-mini che però dà gran soddisfazione! e mi fa stare bene...)
Il punto è come dice la mia amica Julez: fai qualcosa che ti piace e che non puoi/devi/riesci a fare quasi mai, e fallo per te stessa. Perchè ti piace. Perchè ti fa star bene, anche se solo per quei 5 minuti.
Perchè, gira e rigira, alla fine alla base di tutto c'è sempre il solito piccolo segretuccio: Volersi Bene.
;)
Un bacio

sononera ha detto...

Volersi bene: Già, Ila, è su questo che devo lavorare. E non potrei essere piu' d'accordo con te come in questo momento. Bisogna concedersi degli sgarri durante una dieta, soprattutto prolungata. Se no, non se ne viene a capo. In ogni caso ho iniziato di nuovo a fumare pesantemente (10 sigarette al giorno) e mi rode parecchio, anche per il chilo e mezzo preso in questo periodo di non fumo. Ma ci metterò una pezza...
e tu sei troppo dolce.