24 agosto 2011

SONO UNA DONNA NON SONO UNA SANTA

Uno dei motivi per cui non riesco a dimagrire l'ho scoperto ieri sera mentre guardavo un'insulsa puntata di "Vendocasadisperatamente", da brava "REALTIME addicted - rosicona" quale sono diventata.
Ero sola in casa, senza marito, che ho spedito a rigenerarsi al sole della sua terra poichè ha una settimana di ferie piu' di me. E ci mancherebbe.

Non rimanevo sola in questo modo non so da quanti mesi, forse anni. E, mi sono sentita, come mi sono sentita? Ecco , come quando avevo ventuno anni suonati ed ero ancora single, e magra.Mi sono sentita come nella bolla di solitudine positiva che avevo imparato a costruirmi quando mi volevo un pò piu' di bene di quanto me ne voglia ora. Mi sono sentita, in una parola, sensuale. Piena di aspettative. Libera. Come non mi succedeva da molto, moltissimo tempo.

Io non riesco a descrivervi che cosa ho provato negli ultimi mesi a ridosso e dopo il matrimonio.
Una gioia di una purezza che non dimenticherò mai. Un felicità piena, divina, celestiale, perfetta nella sua totale imperfezione. La sensazione di essere finalmente nel posto giusto al momento giusto, con l'uomo della mia vita. Noi ci amiamo  molto e non potevamo che finire così.

Quello che ho provato ieri è invece un sentimento ben preciso, terreno, definibile. Quello che si prova solo quando nessuna scelta è stata ancora fatta, e il livello di eccitazione è alle stelle. Quando in amore tutto deve ancora cominciare. E quella sensazione mi è mancata da morire, anche perchè è possibile che io non la provi piu'. Quella sensazione di voler essere desiderata da tutti gli uomini del mondo. Il gusto della conquista. L'aspettativa di un incontro fatale e di tutto quello che di meraviglioso comporta.

Ora voi mi direte: ma questa povera scema, dove vuole andare a parare? Cosa c'entra la questione peso, trippa , larderelli a penzoloni con il fatto che ha fatto una scelta di monogamia per la vita?

E io vi rispondo: se dimagrisco io divento davvero appetibile. E io ho paura di diventare appetibile..  e allora resto grassa, così resto monogama. Questo è il pensiero contorto di una donna di trentadue anni e mezzo suonati. L'amore è meraviglioso, ma viviamo in un mondo difficile e crudele e io come si dice sono una donna, non sono una santa, per nulla, e non voglio nemmeno diventarlo.
La cosa che mi piace di piu' di me stessa è che non mi nascondo, che so dire la verità. Almeno qui sopra, o con alle persone che contano nella mia vita. E vorrei un vostro parere, su questa cosa della monogamia. Come vi sentite al riguardo?

Poi, poi poi. Lui mi manda questa, io mi sciolgo come nettare al sole. Occhi a forma di cuore, e desiderio di rivederlo il prima possibile. Quindi? Quindi non c'è criterio nella mia vita. Quindi devo fareci i conti con la mia doppia personalità.
Vi prego di ascoltarne attentamente il testo e la musica, entrambi stupendi.



Nota dell'autrice numero 1: ho letto questo libro, di recente.

Per questo sto tanto male . Per quanto si siano raggiunte determinate consapevolezze riguardo al perchè e per come una si riduca a mangiare troppo, mettere in pratica una strategia che funzioni e che ti faccia perdere finalmente i chili di troppo è davvero difficile. E' un percorso che dura per tutta la vita, come dice l'autrice, e ha ragione. Ma ce la posso fare. Ce la devo fare.


Nota dell'autrice numero 2: presto pubblicherò un post sul mio matrimonio con tutti i crismi, ma mi ci vuole un pò di tempo per reperire le foto che contano davvero, quelle relative ai preparativi, che sono le migliori. Portate fede.

Nota dell'autrice numero 3: come ogni anno, si ripete il sogno di avere le ferie in questo periodo per poter essere . Al Lido. Quest'anno premiano pure Marco Bellocchio, uno dei miei registri preferiti. Se c'era Paolo Sorrentino penso che mi sarei licenziata direttamente per poter presenziare, e poi rincorrerlo dopo la premiazione e saltargli addosso. In ogni caso è ancora giovane per un premio alla carriera, per cui possiamo aspettare qualche anno.
E se per una volta facessi come lei, che ne dite? (Io mi sa che un giorno lo farò davvero).


13 commenti:

Patty ha detto...

Mi sono fatta delle sane e sincere risate leggendo il tuo post. Sei fantastica. A settembre saranno 15 anni che sono sposata, ma 27 che sto con la stessa persona...cosa devo dire? Mi capita spesso di stare sola perchè mio marito viaggia in continuazione e cerco di riempire i miei momenti di solitudine (dopo che mi sono occupata di mia figlia) con le mie passioni. Certo, ad ogni donna fa piacere sentirsi desiderata e voluta, non solo dal proprio uomo, ma dal mondo intero, perché questa è una sensazione talmente vivificante (pensi che gli uomini non ce l'abbiano?), è nella nostra natura. Cosa significa che se dimagrisci diventi appetibile? Perché, con qualche chilo addosso non lo sei ugualmente? Non puoi immaginare quanti uomini amano le curve. Tu devi pensare alla tua salute, a ciò che ti fa stare bene e non a nasconderti dietro i chili per paura di chissà cosa. Sentiti bella, sentiti voluta. Questa sensazione non farà altro che tenere tuo marito appiccicato a te come una cozza e farà girare tante teste, credi a me! Vedo che abbiamo una passione fortissima in comune: il cinema. Dobbiamo parlare un po' io e te! Ti abbraccio e goditi la tua pazza solitudine! Pat

sononera ha detto...

Patty! tu sei fantastica! mio dio, non sai quanto avevo bisogno di leggere queste parole. Lo so bene quello che vuoi dire, ma io sono fatta così, avevo difficoltà a sentirmi desiderata anche quando ero single, è proprio una cosa che non so gestire, che mi imbarazza da morire. Infatti ho sposato l'unico uomo che mi ha desiderato con tutto se stesso senza che io non mi sentissi all'altezza. Però è vero, quella sensazione va comunque coltivata, perchè è un modo per dire a noi stesse che ci vogliamo bene, per una volta, un pò di piu'.

Per quanto riguarda il cinema...beh, non dico che sia la mia vita, ma è una passione troppo grande per poterla coltivare solo nelle quattro mura di un cinema. Penso che mi puoi capire. Scrivimi quando vuoi. Un abbraccio.

stefafra ha detto...

Spero che il post fosse inteso in senso ironico, che i kg di troppo non sono un "bastione della purezza", ma un peso (letteralmente) che grava su articolazioni, cuore, reni e il resto.
E te lo dice una che se mangiasse quanto vorrebbe supererebbe di un fiato gli 80kg senza accorgersene.
Buona estate!
E meno male che hai riaperto il blog, pensavo ti fosse successo qualcosa di brutto...

Meladelizia ha detto...

Che dire, ti capisco. Anche io sono follemente innamorata e meravigliosamente sposata con un uomo che spesso non vive fisicamente con me, come ben sai, ma sopratutto, anche io alle volte mi sento sexy in momenti in cui lui non c'è. Che tocca fa'?:))) Io ci ho riflettuto tanto guarda, anche perchè spesso e volentieri in passato ho tradito (non lui però), e so perfettamente che volendo sarei in grado di rifarlo ma la domanda che con la maturità degli anni che passavano mi sono posta è stata: cosa ti rende DAVVERO felice nella vita? Qual è la tua vocazione,quindi......cosa ti rende DAVVERO realizzata?e la risposta è stata, L'AMORE e LA FAMIGLIA, intesa come nucleo da voler fondare e condividere con la fantastica persona che amo e che fortunatamente Dio o il destino ha voluto mettere sulla mia strada. Ma con questo non intendo assolutamente rinunciare alla mia "sensuale" personalità, quindi ho deciso chi volevo essere. La SUA sexy mogliettina:)))) sembra una cosa frivola detta così, ma in realtà è una cosa seria, perchè inanzi tutto mi rende la persona di cui lui si è innamorato e seconda cosa mi fa sentire bella e realizzata senza andare a cercare altrove "conferme". Poi, se qualcuno mi guarda.... ben venga, ma sono SUA! Quindi "mia bella burrosa gattona"..... tutto sta a decidere a cosa finalizzare il tuo potenziale. Direi che per ora te la cavi alla grande. Siete stupendi. Quindi continua così senza dubbi e se ti senti bene e sensuale bhe, vuol dire che lo sei, sia secca che formosa, lo sei e basta perchè la sensualità è un'aura che ci portiamo attorno, qualcosa che ha a che fare con la nostra mente e non con il nostro corpo. Bene, detto ciò, mo' che sai che sei bona sempre......fai la brava;)

Fede ha detto...

ora, probabilmente ti sentirai offesa, penserai che sono presuntuosa, che non ho capito niente perchè non ti conosco, che i miei sono pregiudizi ecc.. ma quella che non vuoi dimagrire per non sentirti desiderata per me è una balla bella e buona. non dico che non lo pensi veramente, ma ti stai solo nascondendo dietro questa bella maschera, molto comoda.
tu sei grassa perchè è più facile così, perchè non hai veramente voglia di rinunciare a quello che mangi, a come ti senti quando mangi e a come ti senti bene dopo. non ci vedo nulla di sbagliato (salute a parte) nell'essere grassi, se si sta bene così.
e così come non sai dimagrire, hai paura di non saper rinunciare alle tentazioni, quindi giustifichi il grasso con la voglia di non tradire. giustifichi il tuo "imbruttimento" (perchè da come scrivi mi pare che consideri così il tuo essere grassa) come un immolarti alla santità del matrimonio.
a me, da ignorantelettricesparasentenzeacazzo, pare una cazzata.
non è vero che solo perchè magra diventeresti automaticamente una figona pazzesca. se tu volessi davvero "nasconderti" potresti farlo anche da magra, senza problemi. certo, magari dovresti rinunciare a qualcosa, ma non stai forse già rinunciando a molto (se non altro a livello di serenità)? invece è più comodo giustificare la ciccia, avere un motivo in più per mantenerla. "Non sono una santa quindi è meglio nascondersi", cavolo, per questo esistono i burka!
i casi sono due: o vuoi dimagrire o ti piaci così. se vuoi dimagrire ma non ci riesci, significa che tanto schifo non ti fai e che va bene così.
(non penso proprio tu sia in condizioni di obesità patologica, quindi non credo che tu non riesca fisicamente a dimagrire).
il difficile (per dimagrire, come per mille altre cose) non è trovare una strategia che funzioni, ma individuare le strategie che abbiamo attuato per mantenere il disagio e poi demolirle. quando si sta male si fa di tutto pur di non agitare troppo le acque, per starsene lì a crogiolarsi nel proprio dolore. finchè non capisci esattamente come lo fai, quali sono le bugie che ti racconti, non ne puoi uscire. oppure ne esci temporaneamente e poi ci ricaschi.
per questo motivo non ti credo quando dici che non ti nascondi, perchè non credo che tu ti stia dicendo tutta la verità, altrimenti questo problema, in un modo o nell'altro, te lo saresti già lasciato alle spalle.

sono molto diretta, ma sono fatta così. forse ho scritto tutte cazzate, ma nelle ultime frasi credo che comunque ci sia qualcosa di buono.

MichiVolo ha detto...

leggo questo post e mi ci ritrovo un pò...tu un uomo l'hai trovato, io no. penso che se dimagrissi potrei essere molto più appetibile, ma poi mi chiedo, a che pro? per sentirmi desiderata da chi? e io? io alla fine sto bene come sto, non mi desidero per quella che sono fisicamente, ma ho raggiunto un equilibrio con la mia testa che è molto più importante di quello non raggiunto con il mio corpo...possiamo essere magre o grasse quanto vogliamo, ma se dobbiamo esserlo per piacere agli altri e poco a noi stesse...beh non ci sto!

sononera ha detto...

Dunque. Credo che il problema del non riuscire a dimagrire sia causato da piu' elementi. Non voglio con questo dire che se resto con venti chili di troppo faccio schifo e dunque evito l'attenzione degli altri uomini, questo oggettivamente non accade, ma è la mia testa che lo pensa, e mette in atto questo meccanismo. Insieme a questa motivazione ce ne sono altre, forse peggiori di questa. Sono venti anni ormai che analizzo le cause del mio mancato dimagrimento, mi rendo conto che forse serve a ben poco farlo. Non credo che non raccontarsi balle serva a cambiare le cose. Credo che invece serva agire concretamente, smuovere le acque nonostante il dolore.
I vostri punti di vista mi aiutano, anche quelli piu' diretti, per questo vi ringrazio. Soprattutto ringrazio te Fede, mi hai dato un bello scossone.

Fede ha detto...

sono una specialista negli scossoni. nel bene e nel male.
conta pure su di me ogni volta che desideri un intervento a gamba tesa.

se desideri altre consulenze in privato... metti da parte i soldi che ti mando il conto!!!
scherzo. forse.

sononera ha detto...

:-) grazie cara. Avercene di soldi! te li darei volentieri. Ma non ci lamentiamo su.

Torna a trovarmi presto.

stefafra ha detto...

sononera, non per farmi gli affari tuoi, ma in famiglia (mamma, papá, fratelli e sorelle) siete tutti in carne o sei solo tú che lotti con i kg?
Perché c'é una grossa componente genetica nella facilitá ad accumulare peso e nella tendenza ad avere appetito e a non sentirsi sazi facilmente. Tutti caratteri che sono vantaggiosi evolutivamente quando il cibo scarseggia e bisogna fare scorte quando si puó, ma problematici nel nostro mondo di spuntini e supermercati a ogni angolo.

sononera ha detto...

Figurati, no, sono l'unica ad avere chili di troppo, ma tutti abbiamo problemi alimentari. Io sono una persona piu' o meno robusta, ma da piccola ero inappetente e ho sono stata sotto peso per piu' di due anni da adolescente, con dismenorrea e caduta dei capelli. Ripeto, tutto il mio passato fa di me quella che sono oggi, ma di una cosa sono sicura. Se voglio, posso dimagrire senza troppa fatica, ho un metabolismo piuttosto veloce e anche con una dieta di 1800 calorie lentamente posso perdere peso. Il problema è tutto e dico tutto nella mia testa, non è genetico, non è metabolico, non è fisico.

StarGirl ha detto...

Bel blog, complimenti!

Cupcakes ha detto...

Io sono a favore del flirting selvaggio che non deve mai diventare nè fisico, nè nascosto al partner.

Il flirtare col mondo intero, ci fa capire le nostre potenzialità fisiche, che per chi ha problemi alimentari e quindi anche con lo specchio, aiuta.

Nel flirtare non c'è nulla di male. Puoi sorridere, puoi guardare, puoi farti guardare, puoi capire di essere appetibile, ed allo stesso tempo puoi RISPETTARE il tuo compagno di vita con la solita monogamia, che è giusta e non va tradita per uno sfarfalleggiamento eccessivo.

Il dire che non si vuole dimagrire per non tradire, credo sia solo una scusa del tuo inconscio che non vuole che tu faccia una dieta seria.
Ne è la prova il fatto che hai un marito e non sei anoressica, e che prima di lui hai avuto altri fidanzati, e quindi sei sempre piaciuta nonostante le tue imperfezioni.

Ps: la canzone è bellissima. Il testo non l'ho tradotto, ma la canzone mi piace tanto.