28 ottobre 2011

LA COPPIA PERFETTA

Io e il Santuomo non siamo cool. Abbiamo l'appeal di due zucchine andate a male. Una piu' corta, una piu' lunga.Come coppia non siamo ben assortita. Io alta e culona, lui magro e bassino. (ma dalle spalle larghe). Quando ci siamo conosciuti ero abituata a zeppe e tacchi altissimi, e le amiche ci chiamavano "l'articolo IL". Che fantasia. E che simpatia!

Siamo intellettuali a modo nostro. Diciamo boiate, facciamo continuamente strafalcioni, scarichiamo a palla le situation comedy americane piu' becere e ultimamante stiamo diventando fan del programma di cucina di Benedetta Parodi (sì, fustigateci) , ma sappiamo chi sia Chuck Palahniuk e Fëdor Dostoevskij, li abbiamo letti entrambi, e ci hanno appassionati. 
Il nostro film preferito è " Le conseguenze dell'amore" (si chiamava così il nostro tavolo matrimoniale, c'è un nome migliore al mondo per un tavolo degli sposi? No, credo di no), e non certo l'ultimo film di massimo Boldi, ma abbiamo visto anche "Maschi contro femmine" e ci siamo divertiti come matti.
Il problema è che non abbiamo nessun tipo di aura intellettuale, siamo semplici e schietti, se una cosa ci piace e ci appassiona diciamo " Che bello, che meraviglia" senza tanti fronzoli.

La gente pensa spesso che siamo una coppia terra terra, perchè non ci abbiamo quest'alone di misteroNoi siamo intellettuali terra terra. Forse perchè siamo normalmente curati nel vestire, ma non abbastanza da radical chic (ma poi, mi domando e dico, come si veste un radical chic?). Forse perchè non sbanderiamo mai ai quattro venti che ci piace l'arte, la pittura, i viaggi culturali, la buona cucina.
Il Santuomo è un bravissimo cuoco (e daje "Cuochi e Fiamme, cosa aspetti a chiamarlo) eppure nessuno ci crede. Se comunico questa cosa all'esterno, la gente da una faccia stupita, come per dire
" Ma questo anonimo tizio è davvero così bravo?" Sì, è così bravo. Giorno dopo giorno testo i suoi esperimenti culinari, apprezzo, godo e ringrazio. Anche la mia cellulite e il mio tarallo addominale ringraziano sentitamente.

Oltre tutto questo ci amiamo. Il nostro è un amore molto passionale, ma dall'esterno dobbiamo sembrare due pomicioni adolescenti che si baciano ad ogni momento disponibile sul ciglio della strada. Ci piace abbracciarci molto, le effusioni, decorose, in pubblico, non ci spaventano per nulla.

Soldi ce ne sono a sufficienza, fino ad ora, per pagare affitto, rata della piccola macchina, bollette e toglierci parecchi sfizi. Ma non abbiamo una casa e cose belle e di qualità. Non sono in nostro possesso.
Di nostra proprietà, (sì, è mia, è mia, è tutta mia, e me ne vanto) abbiamo "solo" la nostra bellissima e amatissima gatta, qualche soldo raccattato di grazia attraverso i regali matrimoniali, con cui dovremmo tentare l'acquisto di una casa nella Capitale, ma che non basterebbe neanche per comprare il cornicione delle finestre. Quindi. Siamo nella me(rda)dia italiana. E come noi tante giovani coppie affrontano allo stesso modo la quotidianità.

Ecco, ho fatto la descrizione oggettiva e dettagliata della nostra coppia, e piu' o meno, la conclusione finale che viene fuori è: siamo abbastanza due sfigati. O forse semplicemente , siamo gente normale. Non lo so.

Facevo questa riflessione perchè? Boh, non lo so perchè, forse sono colta da uno dei miei momenti di filosofia spicciola che vi piacciono così tanto. Ma insomma, intorno a me pullulano donne (ma anche uomini, checchè se ne dica) che sono alla ricerca del buon partito, per la costruzione della coppia perfetta. Alto, (perchè l'uomo deve essere alto) bello, lievemente palestrato, ma non troppo che a me quelli con i muscoli mi fanno schifo, morocchineri e/o biondocchiazzurrioverdi, automunito di bel macchinone, colto, laureato, masterizzato, possibilmente giovane imprenditore ma va bene anche manager di multinazionale. Purchè si possa creare una coppia che sia una signora coppia. Di quelle da invidiare.

PERCHE' IO NON MI ACCONTENTO. PERCHE' IO VALGO (cit.)

Il bello è che queste donne qui sono le stesse persone che ti guardano insieme a Lui e dicono: "Però, come siete carini, voi due."
Ma viaggiano su un parametro che è una spanna piu' sopra del tuo. Puntano in alto, e magari fanno bene, chi lo sa.

Ecco, vedete, io mi sento un pò presa per il culo. Perchè non sono stupida. E non sono neanche ipocrita.
E spesso mi sono sentita inferiore. Inferiore e invidiosa a quelle coppie che sono belle a guardarsi e possiedono piu' di noi, e questo è stato segno di grande immaturita' da parte mia. Ma oggi no, oggi non piu'. Oggi sono grata di essere totalmente fuori queste regole del gioco.
 
Oggi sento soprattutto di non amare questo tipo giudizio da parte della gente. Quante volte questo tipo di mentalità passa sopra all'amore? Io credo molto di piu' di quello che noi stesse riusciremmo mai ad ammettere. Il sentimento non è piu' alla base della costruzione della coppia. Cerchiamo delle affinità materiali che ci diano il gusto di fare bella figura agli occhi del mondo. Esattamente come curiamo il nostro aspetto esteriore, e vogliamo migliorarlo, per essere belli agli occhi del mondo.

Non trovate che sia triste? Perchè io sì.Non mi piace questa continua critica su tutte le coppie che si incontrano nel quotidiano. E lasciateci stare. Lasciateci essere persone fuori dal solito schema, della coppia di successo. Siamo sfigati, embè? Che male c'è.

Nota dell'autrice: Guardate che cosa si sono inventati in Gran Bretagna, alla faccia della coppia perfetta. E loro due, evviva!,  si sono sposati.


Anche se a me dividere il mondo in belli e brutti, sfigati e di successo, mette molta, molta malinconia.

10 commenti:

stefanoSTRONG ha detto...

anche io e mia moglie siamo una coppia perfetta! lei mi accompagna a tutte le gare di triathlon facendomi addirittura credermi che le fa piacere, guardiamo insieme "ma come ti vesti?" ed abbiamo il 100% di affinità nel gioco delle coppie di Wii Party!
e scusa se è poco!

Biancume ha detto...

Spesso sogno una vita in cui il giudizio della gente non mi tocchi, ma per ora è solo un'aspirazione ancora non riesco a far scivolare tutto.
Comunque dalla tua descrizione a me sembrate belli, affiatati e innamorati e in fondo se non apparite radical chic chissenefrega.
Ps, Quando mi invitate a cena? io ci credo eccome che cucina BENE!

Trasparelena ha detto...

e quando dici che tuo marito cucina bene non ti dicono che poverosfigatolui lo fai cucinare e te come donnadicasa non vali niente? e povero maritotuo?
Ecco a me si (e me ne frego, diciamocelo)

Lucy Van Saint ha detto...

Allora... ho da dire un sacco di cose.
Innanzitutto io ho conosciuto personalmente te e il Santuomo e siete stupendi. State benissimo insieme e siete due persone intelligenti, interessanti e che non se la tirano affatto. Alla faccia dei radical chic che poi chi cazzo sarebbero? Ma chi se ne frega di loro! Voi due siete una delle coppie piu' belle che conosco. E il Santuomo è vero che cucina benissimo... ho sperimentato la sua insalata di pollo ed era spettacolare.
Inoltre queste donne che vogliono l'uomo perfetto sono patetiche e non hanno capito un cazzo di niente. Non sono cresciute e non sanno cos'è l'amore. Io pure ero così una volta e, essendo un'immatura cretina, pensavo di dover trovare un uomo che fosse alto, bello, coi peli, che fosse laureato e che avesse una casa e bla bla. Tutte cazzate. Adesso sto con un uomo che è alto quanto me, non è oggettivamente bellissimo, non ha una casa di proprietà ma sono felice e sapete perchè? Perchè lui mi ha dato amore come nessuno degli stronzetti piu' perfetti che avevo incontrato prima avevano fatto. Quindi è l'amore che conta. Per me lui è bellissimo. E sti cazzi di quello che pensano gli altri. Queste idiote che ti fanno sti discorsi così stupidi sono felici? Io non credo. Sono loro quelle invidiose e non realizzate. Fidati.

LA CONIGLIA ha detto...

inizio anche io a confrontarmi con questi paragoni, qualche amico che si sposa, qualche amico che compra casa...e francamentee sentire certe occhiate addosso e certi commenti mi mette a disagio. Sento di dover fare ancora tanta strada per non sentire addosso il peso di certi giudizi e spero di farcela come te! questo post e´ veramente meraviglioso, grazie di aver condiviso questo pensiero con noi!

Robin ha detto...

Mi rivedo in molte cose che scrivi: il mio compagno è più basso di me, più vecchio e bruttino. Quando la gente ci vede al 90% pensa "ma cosa ci fa lei con quello??" Poi dopo aver trascorso una serata con noi, non se lo chiede più :)
Secondo me il problema è un po' la superficialità, un po' l'incapacità delle persone di capire cosa vogliono davvero, cos'è importante per loro. Mi escono dalle orecchie le lamentele delle donne stufe del fatto che il marito le abbia scambiate per domestiche, che non si occupi dei bambini, che pensi che lo stipendio maschile sia più importante di quello femminile, che non le ascolti, ecc. Scusate, ma l'avete ben scelto il vostro fidanzato/marito/compagno!
Certo che se il metro di valutazione si limita al "che non indossi la canottiera, che abbia le spalle larghe, che porti gli occhiali da sole all'ultima moda" qualche problema dopo può sorgere...

Mirtilla ha detto...

Io e Mirtillo non siamo fighi nel senso canonico del termine.
Non siamo radical chic.
Non siamo una di quelle coppie che quando le vedi pensi "uuhh, sembrano usciti da un giornale!".
Non siamo ricchi, non facciamo la bella vita.
Ma facciamo la NOSTRA vita.
Perché noi, a differenza di molti, abbiamo una vita VERA.
Conosco gente che valuta i propri fidanzati/e come se fossero scarpe da intonare a un vestito.
"Uhm, questo nella mia vita ci starebbe proprio bene sì sì. Il suo essere medico s'intona al mio essere avvocato. Vediamo come suona: No sai, lui è medico... uuuhhh sì, è AMORE! Certo, è un po' troppo informato sulle ultime tendenze in quanto a make up ed è pazzo di Raffaella Carrà... ma... MEDICO!!! E gli piace pure l'arteee!!!".

Dicesi fidanzato da esposizione.
No, grazie.
Quindi viva voi.
Ed evviva noi.
:-)

widepeak ha detto...

guarda sposo questo post al millex1000. piccolo esempio: ogni sabato porto le nane a una delle scuole di musica migliori di roma (perché alla musica ci tengo, anche se io non so suonare nemmeno due cucchiai). Siccome, anche se popolare questa è una scuola famosa, è frequentata solo da genitori radical chic e da bimbi madrelingue che indossano birkenstok senza calzini anche a dicembre. Entrambi sorridono molto poco, non si spostano nemmeno se chiedi permesso e in generale ci guardano sempre male. Ci sono delle volte che dico ma perché siamo così sfigati. ma molte di più le volte che penso, ma quanto siete infelici voi. e io mi riporto a casa le mie nane canterine, mentre vestiti a casaccio, pensiamo a come impiegare ludicamente tutti il tempo che abbiamo insieme. e in culo la perfezione. e soprattutto, infilate dei calzini a quelle povere creature!

MichiVolo ha detto...

ma magari ce ne fossero di coppie come le vostre!!!io se trovassi un uomo come il tuo non esiterei a sposarmi! :)

Anonimo ha detto...

Sotto questo post citerei l'opera omnia di Fromm ma non c'è bisogno, hai già detto tutto. Mi fa piacere leggere di chi ha capito (o perlomeno, vive quotidianamente) l'essenza dell'amore.
E penso che nel 2011 sia una grandissima fortuna trovare un compagno/a che sappia amare davvero, per me gli sfigati sono quelli che basano la loro vita sentimentale su quel che pensano gli altri.