24 maggio 2012

BOTULINO

No, non fatevi ingannare dal titolo, non devo (ancora) sottopormi ad una seduta riempitiva di filler al botulino per riempire le rugazze che stanno spuntando impietose sul mio viso da neotrentatrenne.

Il post si intitola così, perchè si parlerà di Cefaelea Tensiva, Cefalea a Grappolo, Emicrania semplice, Cefalea da freddo, o molto piu' semplicemente, di Mal di testa cronico dei miei coglioni.

Soffro (e tanto) di emicrania unita a cefalea tensiva dalla tenera età di quattro anni. Il resto è storia. La storia sono antidolorifici presi senza pietà e senza ritegno per oltre 25 anni, manco fossi il dott House nelle fasi piu' acute della sua tossicodipendenza. Ho cercato di stare sempre attenta a non esagerare, e questo mi ha comportato spesso e volentieri una sola conseguenza, ovvero soffrire come un cane.

Purtroppo la cefalea cronica è socialmente rinosciuta come " Ah, poraccia, ha mal di testa" senza capire che è una roba devastante, che impedisce le normali attività quotidiane, come lavorare, viaggiare, andare in palestra, uscire la sera con gli amici, vivere. Io lo faccio lo stesso, solo e appunto, grazie ai miei preziosi FANS, perchè sono famosa (ah ah, ho fatto la battuta).

Quando sono in fase di attacco, e poi l'attacco passa, io mi sento come se un elefante avesse passato le sue leggiadre zampe sulla mia faccia, ballando il cha cha cha. Ecco come mi sento. Mi sento come se avessi lui sulla noce del capocollo.


Sento che non ho la forza di fare un tubo, quindi quello che faccio lo faccio con sforzo (e grandissimo rodimento di chiulo)

Ho girato molto, sono stata, se vi ricordate anche al centro cefalee del Policlinico, definito da molti l'eccellenza, definito da me centro di istigazione alla vera tossicodipendenza. Leggetevi il post di tre anni fa se non vi è chiaro di cosa si tratta.

Ho fatto TAC, risonanze magnetiche, elettroencefalogrammi, radiografie, ecografie, e chi piu' ne ha piu' ne metta. Non è servito a nulla. E' ereditaria, e me la tengo.
Sfogo a parte, dopo un'ultimo attacco durato la bellezza di 17 giorni consecutivi, sono stata in un centro privato, dove ero stata anche 2 anni fa , ma che per ragioni piu' serie (malattie sorellifere varie che ben conoscete, oltre all'organizzazione del mio matrimonio), non avevo piu' visitato. E' un centro di eccellenza, e costa tantissimo. Ti rivoltano come un pedalino, ti fanno domande specifiche, e ti senti capito. Il problema è che ora questi simpaticoni mi hanno detto che l'UNICA SPERANZA che ho, sono le Iniezioni di veleno tossina botulinica nelle zone superficiali del cranio. Una tecnica super sperimentata e sicura e rinomatissima e efficacissima e bla bla bla. Il neurologo ieri mi ha detto: "Chi l'ha provato non torna piu' indietro, i miei pazienti sono rinati". Emh, il problema, a parte che mi fotto di paura, è che non ho mai conosciuto nessuno che ha fatto questa roba qui. Non pensavo di essere conciata così male. "In ogni caso , il costo di ogni "fiala botulinica" si aggira intorno ai 600 euro, e ne servono due a seduta, per un totale di 4 sedute l'anno per due anni...."WAIT A MINUTE, stiamo parlando di un mio stipendio sano sano che andrebbe via ogni 3 mesi interamente per queste infiltrazioni?
Ma non mi dica, signor Dottore dei miei stivali, chi non ha uno stipendio da 1200 euro al mese da spendere in fiale botuliniche ogni tre mesi? Suvvia suvvia. Si figuri che io non ho proprio problemi, non devo pagare l'affitto ogni mese, vivo in una città economicissima, i fornitori di acqua, luce e gas sbagliano di continuo indirizzo quando mi consegnano le bollette, quindi non le pago, e non ho alcun problema ad arrivare a fine mese.

Bando alle ciance. Concretamente:  non so che cazzo fare. Cioè, lo so benissimo che fare, cambiare spacciatore medico, e trovarne uno meno caro e piu' onesto. Anche se questo è il luminare dei luminari. Anche se forse potrei guarire completamente.
Quindi vi chiedo, o voi che sempre passate di qui nonostante la scialberia di questo posto: "C'è da fare questo investimento? Conoscete qualcuno che ha fatto questo trattamento e sta meglio? Conoscete qualcuno a Roma che in generale può darmi una mano? Aiutatemi . Ve ne prego.


Nota dell'autrice numero 1: che si sappia, in questo post faccio la martire, ma so di essere molto fortunata. La cefalea cronica è una malattia, invalidante, snervante, rognosa, ma non genera pericoli reali per la salute. E quindi, bon, volevo specificare. Ecco.

Nota dell'autrice numero 2 che non c'entra come al solito NA FAVA: a proposito di malattie, lunedì scorso, dopo l'ultimo attacco emicranico, sono riuscita a vedere l'ultima puntata del Dottor House, andata in onda negli Stati Uniti il 21 maggio del corrente mese. The End. Proprio l'ultima, la fine.
E ho pianto. La puntata è bellissima e degna di una serie tanto irreale quanto credibile come questa. Forse non la mia serie preferita, ma LA SERIE che mi ha emozionato di piu' tra tutte le altre. Mi mancherà quel gran bastardo, egoista, insolente e puttaniere di dottore. Ah se mi mancherà. Sti cazzi direte voi. E avete ragione.


9 commenti:

Mirtilla ha detto...

Ti capisco. Soffro di emicrania da talmente tanto tempo che non ricordo quando è iniziata, e sono ancora oggi intossicata da farmaci che prendo da anni. I FANS non mi fanno quasi più nulla. Sono stata al centro per le CEFALEE del Policlinico, mi hanno prescritto i triptani per gli attacchi e i betabloccanti come cura, i primi funionarono i secondi no e così, l'esimio dottor, decise di prescrivermi gli antiepilettici e io dissi NO.
Quindi ora cerco di prendere i triptani il meno possibile, solo quando non passa con nient'altro, e cominciano a toppare anche loro, per il resto sopravvivo grazie a paracetamolo e ketoprofene che però, per darmi benefici, spesso devono essere mixati.
Penso a quanto male sto facendo al mio corpo ma il dolore alla testa non si sopporta. Anche se, per mia fortuna, non ho mai avuto attacchi lunghi come i tuoi. Quindi niente, ti sono vicina. Assai.

ero Lucy ha detto...

Non so aiutarti, pero' ti abbraccio.

Arounderground ha detto...

I mal di testa come li hai tu (e anche qualcun altro che ben conosco, poveri voi) sono così brutti che 1200 euro per due fiale (inclusa operazione?) penso sia un prezzo troppo alto. Se uno non può sborsarli tutti in una volta si fa un prestito e lo paga a piccole rate...prova così..

Chiara ha detto...

Quoto la ommentatrice che consiglia di svenarti con un prestito pur di risolvere questa malattia. Io quando ho banali e sporadici mal di testa spaccherei tutto, non oso pensare di conviverci per anni...
Ma non azzardarti a dirmi come finisce col dr. House...
Ti abbraccio

LA CONIGLIA ha detto...

Non saprei come aiutarti ma ti sono vicina...

Anonimo ha detto...

Ciao,
non soffro del tuo stesso problema ma di iperidrosi ascellare, d'estate sudo molto e spesso le ascelle si irritano talmente tanto che diventano rossissime e mi fanno male.
L'anno scorso ho fatto nell'ospedale della mia città il trattamento con la tossina botulinica, una 20entina di punturine per ogni ascella ed ho avuto solo benefici.
Oltretutto ho pagato solo 18 € per il ticket avendo la richiesta fatta dal mio medico curante..
Ora, io non ne so nulla, ma credo che anche nel tuo caso l'uso del botulino sarebbe curativo e non estetico, quindi non vedo perchè pagare tanto!
Hai provato a chiedere delucidazioni al tuo medico a riguardo?
Ciao, Antonella.

pollywantsacracker ha detto...

fai quest'investimento, però prima passa dal tuo curante a vedere se la mutua può almeno in parte coprire le spese. O comunque senti un'altra clinica, un altro specialista.

Anonimo ha detto...

Ciao!
anche io soffro di cefalea da anni e non ne posso più.
Passo intere settimane ad imbottirmi di farmaci e vorrei trovare una soluzione.
Mi sembra molto interessante la proposta del botulino anche se costosissima, ma cosa sono poche punturine a confronto di centinaia di analgesici di vario genere?
Non potresti dirmi dove sei andata, così ci vado pure io?
Maria

sononera ha detto...

Io vi ringrazio, di cuore, a tutte. Ho trovato un altro centro dietro casa, ora non ho assolutamente il tempo di andarci, ma vedremo a metà mese cosa fare. Vi abbraccio.