3 ottobre 2012

CHI TI DICE

                            Nell'ultimo anno sono diventata il peggior giudice in circolazione.
Odio praticamente tutto il genere umano e soprattutto quello che odio io lo devo giudicare e demolire:

Non sopporto:

Chi ti dice: ma quasi quasi i figli stasera li smollo alla nonna, che io devo uscire.
Chi ti dice: non mi piace leggere. "Ma che minchia è, ma come puoi solo pensare di vivere su questa terra se non ti piace leggere"
Chi ti dice: Questo è tutto merito mio, ma non ha alcun merito.
Chi ti dice: questa non faceva ridere (ma un santo briciolo di autoironia, no eh?)
Chi ti dice: ti piace la mia maglia? e vedi donne che indossano appositamente maglie trasparenti su reggiseni altrettanto sottili e fanno vedere i capezzoli.
Chi ti dice: ti piace il mio pantalone? e vedi donne che indossano il perizoma nero sotto pantalone bianco.
Chi ti dice: stasera mi faccio la fila per comprare l'I Phone 5, cioè, che figata.
Chi ti dice : ma come, tu non sei a dieta????, mentre ordini il misero e sconditissimo piatto di pasta previsto dal regime.
Chi ti dice: solo io conosco il metodo infallibile e scientificamente dimostrato su come perdere peso.
Chi ti dice: sei diventata una suora, perchè non bevi alcool e sei pesante e sei vecchia.
Chi ti dice: quando fai un figlio.
Chi ti dice: ma non ti lamentare.
Chi ti dice: ma quando comprate casa.
Chi ti dice: non ti sai truccare perchè non sfumi bene il prodotto.

E soprattutto odio profondamente chi ti dice: "nooo, ma IO, IO  NON voglio giudicare, ma secondo me bla bla bla" Se è secondo te, allora stai giudicando alla grande. Lo facciamo tutti, questa cosa del giudicare. Fa parte della natura dell'essere umano contemporaneo, avere un' opinione su tutto. Accettare, e condividere, ecco, quello è il difficile, e viene certamente dopo il giudizio.
Ma insomma, non siamo ipocriti, siamo tutti nel profondo dei grandissimi bacchettoni patentati.


Nota dell'autrice: Il Blog Latita. Capite bene che è ad un passo dalla chiusura. Anche se io ODIO chi ti dice: ah, basta, io chiudo il blog, ma che lo tengo aperto a fare, ma non ha piu' senso andare avanti così, ma no dai , è la mia storia, fa parte di me, e su, non lo chiudo, anzi lo chiudo. anzi no, anzi sì, anzi no. Che palle.

13 commenti:

Serena [verdepomodoro] ha detto...

si, siamo tutti bacchettoni. E io so la prima. E nn mi piacciono le cose sulla tua lista e un sacco d'altre cose.

Susibita ha detto...

Chi ti dice: non ti ci pensare proprio a chiudere il blog.

Susibita

p.s. come va la dieta? perchè la pasta non dovrebbe essere un pasto previsto per una che sta a dieta? cos'è? siamo ancora alla solita storia che via i carboidrati? ce l'hanno raccontata anche negli anni '90, tanto non funziona.Non dargli retta.

Olivia ha detto...

A chi ti dice che la pasta non è da dieta, ti consiglio di mandarli direttamente a quel paese. Anche io sono a dieta e mi è stato detto di mangiare carboidrati tre volte a settimana.
E poi...è vero, ognuno è incline al giudizio, ma come hai scritto tu, la parte più difficile è accettare che il mio giudizio non è uguale al tuo e non è uguale a quello del tizio di fianco. Ognuno ha opinioni diverse e giudica in base alle proprie esperienze. Ciò che manca spesso è il capire che non siamo i detentori dell'unica verità assoluta, ma ci sono verità tante quante gli esseri umani.
Si accetta il giudizio/parere diverso e pace, si va avanti. Per molti questa è utopia.
Scusa per l'ot ma è una tematica su cui sono moooolto sensibile :)

Girandola Precaria ha detto...

In realtà mi sembra che il problema di chi giudica è che lo fa dopo aver detto che non lo vuole fare... dico bene?

No, dai, non chiudere il blog che ti ho appena scoperto. Please.

Anonimo ha detto...

Scusa, ma tu chi frequenti? A me nessuno mi dice 'ste robe...
Julia

sononera ha detto...

Finche la dieta va, lasciala andare.
Non diro' altro su questo spinoso argomento.

Julia: colleghe di lavoro, ex coinquiline, sorelle, conoscenti, amici dei genitori, amici degli amici.

Fefy ha detto...

I peggiori sono quelli che ti vedono mangiare di gusto qualcosa e ti chiedono: "è buono?". No, fa schifo, ma oggi volevo flagellare i miei 5 sensi in modo alternativo. Che cavolo di domanda è? (la mia risposta standard è "A ME PIACE")
Da figlio-dotata dico: ci sono persone che possono essere migliori dei nonni, ma ogni tanto ritrovarsi anche solo per 5 minuti da soli soli soli aiuta la sanità mentale :)

Anonimo ha detto...

e quelli che dicono: non per offendere.

Mafalda funambola ha detto...

avrò detto 5 o 6 volte in un anno chiudo il blog...non sono di nuovo, lo riapro... no, non voglio più scrivere... eccomi di nuovo in questo posto... ecc ecc..
Alla fine ho imparato che, quando voglio star lontana da questo posto non ci entro proprio anche per settimana...

Phrolivina ha detto...

Frequenta noi! Noi! Lo dicevo io che le persone con cui stai bene non devono per forza esserti fisicamente vicine!

Roberta ha detto...

Sono una lettrice silenziosa da tantissimo tempo... ti prego, NON CHIUDERE!!! :)

Anonimo ha detto...


chiudi, chiudi che è meglio.

L

SuSter ha detto...

Se non altro il blog rimane un posto dove poter mandare a cagare tutti quelli che ti spaccano le palle nel corso della giornata. Utile e salutare funzione di rilascio rodimenti vari.
In quanto a minacciare di chiudere e poi non avere il coraggio di farlo... non so a cosa sia dovuto, anche io me la rido di quelli che l'hanno come abitudine (è un po' il solito vecchio discorso del volersi dissociare dalla psicosi generale e in fin dei conti non avere il cuore per farlo), ma poi alla fine ci sono cascata un paio di volte (ho perso la motivazione e bla bla bla...). Forse in fondo in fondo abbiamo ogni tanto bisogno di sentirci dire che ciò che facciamo, ciò che mostriamo di noi, piace, e ti-prego-non-chiudere ci fa sentire meno inutile la nostra esistenza nella blogsfera.