25 ottobre 2012

DI HOBBIES ANDATI A MALE E ALTRE AMENITA'





Una delle maggiori compagnie di telefonia mobile ci ha fregato la nostra canzone.
A me e al Santuomo, che facevamo Ueh! ogni volta che partiva il ritornello.
Adesso la ODIAMO con tutte le forze. Cioè ci sta proprio sulle palle.
Potenza da pubblicità demmerda.
Dovrebbero far uscire una legge per vietare di appropriarsi di canzoni così belle per girare degli spot tanto brutti.

Detto cio', io vi devo avvisare per correttezza,  non so cosa diamine scrivere in questo posto.
In bozza ho altri tre post impubblicabili.
Impubblicabili soprattutto perchè si parla di cose talmente banali e inutili e ripetitive, che lette le prime due righe, ti fanno venire una voglia istantanea di cliccare la crocetta rossa in alto a destra.

Ma ho pensato che se ho scritto tre post ho molta voglia di scrivere i fatti miei in questo periodo, per cui ne pubblico un quarto , magari unendo il contenuto degli altri, per aggiornarvi sulle ultime mirabolanti novità.

Le ultime mirabolanti novità sono che non ci sono novità. Tutto è appeso , tutto è statico.
Si sta molto bene, devo dire, se non i problemi li si lascia in un cantuccio e si continua a vivere.
Ma chi lo ha detto che se vuoi veramente essere felice devi affronatare le cose, che i nodi prima o dopo vengono al pettine, che fuggire non è la soluzione?
Ragazzi. La Teoria del caos funziona. Lascia che sia. E basta.

Nel frattempo di notte arrivano gli incubi peggiori. Di quelli che ti svegli sudato e ansimante e col nodo in gola. E no, non si tratta di sogni erotici.
Ma sti cazzi. Poi si mette la canzone della compagnia telefonica e torna l'allegria.

O forse, no. Non torna. Forse sta teoria del caos non sta funzionando. Forse è il caso che inizi a muovere le chiappe.

In ogni caso, molto avrei da fare, poco ho da raccontare.
Le mie passioni stanno scemando. Vi è mai capitato? Tipo, il cinema non mi attira piu'. Non ci vado piu' volentieri. Tolto quello, nella mia vita rimane ben poco. Un pò di anni fa suonavo la chitarra. Ora non ne ho piu' una dato che non vivendo piu' con mia sorella, lei ha giustamente reclamato la sua parte, e la sua parte prevedeva la chitarra che avevamo in comune. Niente piu' concertoni da strapazzo per i miei vicini. Menomale per loro.
Con le foto di un certo livello sono una frana. Ma su , viviamo nell'era di INSTAGRAM e del "tuttofiltratotuttoimmediato" , è una parola spendere mezzora per ogni foto per mettere e togliere e programmare manualmente le ISO e le chiusure e aperture del diaframma dei miei coglioni?
Che due palle, io non ho tempo di lavarmi neanche i denti, in certi giorni (me li lavo comunque eh?).
Quindi faccio foto piatte, pessime e tutte uguali.
I libri..ahhhh, certo. Ci sono i libri. Ne ho comprato uno che aspettavo da tempo. Da molto tempo. Ricordate? Era la terza parte del Libro di Murakami, 1Q84, uno di quei libri intensi che ti fanno entrare nelle pagine, e che era rimasto in sospeso dal mese di Gennaio. Insomma, ho finalmente acquistato la terza parte. Pensavo l'avrei divorata. Invece no. Vi confesso che spesso e volentieri, presa dalla stanchezza, in determinate sere, a Murakami preferisco le repliche di "MASTERCHEF USA", dove c'è Joe Bastianich che doppia malissimo se stesso, o "Pazzi per la Spesa", dove appunto, ci sono degli svitati accaparratori di merce da supermercato che alle volte si sfidano pure fra di loro. Insomma. Niente 1Q84 terza parte..che sto leggendo a rilento, un bel po' a rilento. Non mi riconosco piu'.
Non ho iniziato la palestra, e ho fatto bene, e so io perchè ho fatto bene.
Non cucino piu' dolci perchè sono a dieta.
Non mi intendo di bricolage e arredamenti di interni, e questa è una cosa risaputa, e non avendo una casa da decorare o arredare, non faccio manco quello.

Quello che faccio nel mio tempo libero?
Mi riesce molto bene:
-Fare la fila alle poste per pagare le bollette
-Salvare play list di tutto rispetto su Youtube
-Chattare su WAZZUP
- Fare sempre due merende
- Far morire le poche piante dell'ufficio, grazie al mio proverbiale pollice nero
- Sfumare bene la palpebra mobile dell'occhio
- Guardare discutibili Serie Tv Amerricane in lingua originale
- Stare sdraiata sul mio scomodissimo materasso con sei chilogrammi di gattanera sulla groppa che mi fa le fusa.


Insomma, in poche parole, non ho un hobby.
Datemene uno dei vostri, che ne dite?


Nota dell'autrice: ogni giudizio sulla bruttezza della pubblicità della compagnia telefonica richiamata è puramente soggettivo. De gustibus non disputandum est, come dicevano gli antichi.

6 commenti:

Mirtilla ha detto...

Abbiamo molte passioni, o ex passioni, in comune :-) Ed esattamente come a te, anche a me capita di metterle in pausa.
Prendi la lettura, ci sono periodi in cui macino un libro a settimana e in cui ho le occhiaie viola per le ore piccole fatte a leggere, in altri periodi invece, tipo questo, il mio massimo è leggere i volantini delle offerte del supermercato.
Idem per il cinema, anche se in questo caso quando non ci sono film che m'ispirano un po' sono contenta visto il costo del biglietto...
Ti capisco anche per la cucina perché anche io sono a dieta, quindi in teoria non potrei cucinare...
E sono qui che fremo.
Ora ho l'hobby della corsa, delle foto fatte alla cavolo... cose così.
Ma le passioni sono fatte così, giusto? T'infiammano, poi tutto si affievolisce e poi... divampano di nuovo!
:-)

p.s. Anche io vedo Masterchef USA e trovo Bastianic ALLUCINANTE. Non vedo l'ora che ricominci quello italiano!

ero Lucy ha detto...

"A change is gonna come".
That's what I think. Ma la versione migliore e' di Seal. Bacio.

SuSter ha detto...

Sai cosa c'è? che per coltivare un hobby, o passatempo se vuoi, ci vorrebbe del tempo (libero?) in cui coltivarlo. Anche io a volte mi dico: ma cazzo! Possibile che se ti chiedono cos'è che fai nel tempo libero non sai che rispondere? leggo blog/scrivo sul blog. Ah, bello! E poi? Poi.. ehm. vado al supermercato. vado in lavanderia a fare i panni. Ccucino, non per hobbie, ma per necessità, e quando è necessità ti passa pure la voglia, chè solo il pensiero di "cosa fare per cena" ti fa passare la fantasia.
Però il bello di ciò che ti piace fare è che non lo devi fare per forza, nè per essere soddisfatta di te, nè per avere un utile argomento di conversazione. E poi il bello è che li lasci e li riprendi quando vuoi. Poi le passioni sono diverse dai semplici hobbies. Una passione non passa, anche se la metti in pausa. Ti rimane come asso nella manica per quando senti il bisogno di ritagliarti uno spazio che sia tuo, uno spazio di bellezza e di relax.
Se no finisci come quelle pazze che passano l'intero loro tempo a scaricare e ritagliare buoni spesa dalle riviste! (Fortuna che qui in Italia col ca*** che ci riesci a pagarti la spesa coi coupon!

Chiara ha detto...

Sìììììììììììììììììì, finalmente posso rileggerti! Ti plego, non mettere più il blog privato, non privarmi di uno dei pochi hobby che rendono la vita meno buia (lo so, sono una persona triste)

Aldabra ha detto...

quella pubblicità è oggettivamente orribile! ma non riesce a rovinare la canzone (hai cercato altre loro canzoni? li sto scoprendo piano piano). 2 merende? ma non eri a dieta? =^.^=

purr purr ha detto...

Hobbies andati a male? M'era presa la fissa dell'uncinetto e volevo imparare a tutti i costi.. ^__^'
Come è finita?
Ho una borsa piena di goMMitoli (come li chiama mia nipote :D) e nessun gatto con cui giocarci.. me misera me tapina..