8 ottobre 2012

LA CURA




Non prendiamoci per il culo, io non sto a dieta. Io sto affrontando i miei demoni.

Detto questo, ho perso. Non dirò quanto, non diro' come, non diro' perchè, si sappia solo che tutte le mie energie del periodo sono concentrate su questa cosa del perdere. Ovviamente PESO.
E si sappia anche che per la prima volta non lo sto facendo per l'estetica. Sono costretta dalle mie pessime condizioni fisiche.
Da un mese a questa parte, cioè da quando sono a regime, le emicranie sono DIMEZZATE. O forse anche piu' che dimezzate. Da un mese questa parte, l'infiammazione al duodeno, scatenata da una probabile ulcera, è completamente scomparsa. Da un mese a questa parte sono esaurita mentalmente, ma fisicamente, io , mi sento una leonessa. Semplicemente mi sento (un pò piu') in forma.

Di contro c'è che l'è veramente dura. Ve l'ho detto che ho una nuova fobia? La fobia del binge? Si puo' soffrire di fobia delle abbuffate? Coniamo un nome per questa fobia, presto.
Che chi ha riservato al corpo il trattamento che gli ho riservato io in questi anni, sa.
Sa cosa si è in grado di fare. Sa di poter ricominciare da un minuto all'altro.
E' per questo che non si comincia mai la dieta.
Ora l'ho capito. Perchè una volta che ci sei dentro, vivi minuto per minuto nella paura fottuta di ricadere in un'abbuffata , e di non tenere fede al proposito fatto.

Per dieci anni mi sono detta: ma che ci provi a fare, tanto sei destinata al fallimento, perchè l'abbuffata per te è una cosa fondamentale per la sopravvivenza, la sanità mentale, la felicità.
Lo so che sembra assurdo ma è così.
E ultimamente ho anche pensato udite udite , che si trattasse di un problema genetico. Se hai il gene dell'abbuffata, (entrambi i miei genitori ne hanno sofferto da giovani) è impossibile venirne fuori. E quindi mi ero completamente rassegnata. E lasciata andare.

Ecco che però il corpo va oltre tutte questa cagate mentali.
E ti avvisa. Il corpo non mente, il corpo se lo tratti male si ammala.
Per farvela breve sono costretta a stare a dieta, sono nel delirio mentale, mi sento male al pensiero di quando tutta questa motivazione sparirà e io avro' occhi e bocca solo per quintali di biscotti al burro, pizze margherita e torta di mele. MA!
Per ora vado avanti, per ora non voglio fermarmi.
Anche se sono costretta al contatto con esseri umani che definire sanguisughe è dire poco, e appena inizi la dieta, come a scuola, partono con le interrogazioni, per controllarti, per vedere se stai andando bene, per augurarti il fallimento a tutti i costi, perchè LORO e SOLO LORO sono i detentori del metodo infallibile per perdere chili. AAAhhh, si vede che hai perso, che hai mangiato ieri sera? Nooo, il pane? Il pane è il male! non va bene, non importa se mangi poco di tutto, hai mai provato la Dukan? Mangi quanto vuoi, basta eliminare TUTTI I CARBOIDRATI , però mangi eh?  Ma lo sai che un' ora di camminata corrisponde a dieci piani di scale fatti correndo in dieci minuti, e che se non vai in palestra perdi muscolo e non massa grassa? Ma come, tu NON FAI MOVIMENTO FISICO? NON VAI IN PALESTRA? ah, non ce la fai perchè lavori troppo, E vabbo' almeno dissocia gli alimenti. Cosa, Sabato sera hai mangiato la pizza?? male male, il lievito gonfia, tu metti di pancia, eh. devi stare attenta! 
Certo, su di te si vede proprio quando stai a dieta, ti sciupi subito di viso, e ti sgonfi, eh! 
IO NON TE LO VOLEVO DIRE, ma chi vogliamo prendere per il culo? Certo hai un bellissimo viso, ma magra staresti meglio, magra saresti davvero una figa. 
Quindi continua così! Vedi come ti sprono? Vedi come ti voglio bene?

Certo. Grazie.

In ogni caso, prima o dopo, su tutta questa storia infinita del modo corretto per perdere peso definitivamente,  io ci scriverò un libro, e sono piu' che certa che sarà di vostro interesse.
Non vedete l'ora vero?
E' che io ci ho una teoria. E il mondo deve conoscerla.
E soprattutto applicarla. per cui inizio da adesso a buttare giu' due righe mentre butto giu' anche qualche rotolo. Che non fa male , va.

Stay Tuned.




7 commenti:

Kanachan ha detto...

buttale giù queste due righe... che poi il libro avrò proprio piacere di leggerlo!!! i tuttologi ci sono sempre... me ne rendo conto pure io che se mangio pizza la sera poi me la ritrovo sul groppone il giorno dopo... ma, nella mia limitata vita sociale... se c'ho un'occasione di stare a cena fuori... lo leggo pure il menù con le insalate... ma tanto poi vado di pizza! piuttosto rinuncio al dolce e alle bevande gassate! oppure... dopo che finalmente hai perso un sacco di peso... la gente ti guarda e ti dice:"ma adesso hai il viso smagrito... stavi meglio prima!" argh!!! io pure da quando sono dimagrita e vado in palestra sto meglio fisicamente... non ho più dolori e pesantezza alle gambe... e ho rafforzato anche gli anticorpi, perchè non mi sono presa una linea di febbre da marzo dell'anno scorso a oggi! mah! ciao!

Girandola Precaria ha detto...

E' vero, il corpo non mente. e che i tuoi mali, in primis il mal di testa (che personalmente mi fa diventare matta) si stiano riducendo, vuol dire che noi abbiamo potere, su quel corpo.
Dai, che siamo con te

Non si dice piacere - La moda passa, lo stile resta ha detto...

sono con te.
bravissima ad aver scritto questo post.

è troppo vero.

http://nonsidicepiacere.blogspot.it/

Miss Pansy ha detto...

Tu lo sai che in questi casi io sono l'ultima delle persone fini e ti dico che la dieta, o meglio, il mangiare e l'adottare uno stile di vita sano sono cose tra te e te stessa.
Gli altri sono di contorno: se ti aiutano (come penso il consorte!), bene...altrimenti che se ne vadano a quel paese. Allegramente e possibilmente tutti insieme.
Stai capendo tante cose che non è scontato comprendere. C'è gente che non ci arriverà mai: tu invece stai avendo questa fortuna e hai l'occasione per stare meglio.
Ah, l'abbuffata è come l'attacco di panico: più ci pensi e più probabilità hai che si ripresenti.
Quindi vedi cosa devi fare ;-)

Susibita ha detto...

che bella parola, "curare".
Brava.

Susibita

taral ha detto...

è un bellissimo post...

ero Lucy ha detto...

Brava davvero!