12 novembre 2012

NON C'E' DEL MARCIO, IN DANIMARCA

Sono andata finalmente a trovare la mia amata, bellissima cugina ventiquattrenne (sigh), che vive all'estero da tre anni.
E' stato un viaggio "solo donne", (ma quanto sono belli i viaggi solo donne? moltissimo) .
Mi sono "caricata" mia sorella, e siamo partite.
Destinazione: Copenhagen.
Sì, solo mete calde per noi.
Ad ogni modo, questo Ponte dei Morti avevamo, questo ponte abbiamo sfruttato.
Lasciatemi dire: pensavo peggio.
Ossia, se ti metti piu' vestiti addosso, puoi sopravvivere ala grande.
 Certo, passare dai 21 gradi Romani ai 7 danesi non è stata una passeggiata per il fisico, ma non si puo' avere tutto dalla vita.

Copenhagen è bella. Copenhagen è colorata. Copenhagen è piena di negozi.
Copenhagen è soprattutto la città piu' costosa che abbia visitato in vita mia. Quindi divieto assoluto allo shopping sfrenato di qualsiasi tipo. Per la serie, se avete chi vi ospita, come noi fate pure, andate, il risparmio dell'hotel potrete sfruttarlo per non morire di fame. Ma se dovete comprarvi il volo e pagarvi l'hotel, anche no. Andate a Stoccolma, è sicuramente piu' bella.

La cosa positiva di andare in giro con una italiana espatriata (mia cugina)
è che abbiamo conosciuto un sacco di gente del posto.
Un danese. Una norvegese. E soprattutto, una soggetta amica della cugina, italiana doc trasferitasi in Danimarca.
Vedi post precedente per capire quanto mi faccia bene al cuore conoscere gente di questo tipo.
Anche se alle volte NO.
Tipo la'mica italiana espatriata non era affatto come mia cugina, che oltre ad essere una bonazza senza pari, è anche una tranquillona che si adatta a tutti gli ambienti senza battere ciglio.
Costei invece, apparteneva al prototipo italiano che se sta sempre a lamentà.
Insomma, giustamente la vita non è facile nemmeno in Danimarca, fa notte presto e nevica quattro mesi l'anno, ma che cacchio ci stai a fare lì a ventisei anni lì, e da oltre due anni,
 se fondamentalmente ti fa caga'?
Molti italiani sono così, se non si lamentano del loro paese, si devono lamentare del paese straniero che li ospita. E che palle. Praticamente, siamo nati per soffrire, e per lamentarci, noi Italiani.
Ma non facciamo di tutta l'erba un fascio. C'è chi è molto felice di abitare all'estero.
Mia cugina è perfettamente integrata e non si pente della scelta di vivere a Copenhagen. Ha uno stipendio di tutto rispetto per l'età e l'esperienza professionale, con cui copre tutte le spese (altissime) del mese e si toglie molti sfizi. Vive in un appartamento bellissimo e accogliente in centro città (o forse no, ma diciamo che è pur sempre centrale, dato che li' con i mezzi vai davvero ovunque), gira in bicicletta, è fidanzata con un bellissimo ragazzo danese. Ha indosso una quantita' stratosferica di strati di vestiti, ma dice che si sta lentamente abituando.
E sì, un po' fa rosicare.

Anche perchè io e mia sorella ci abbiamo provato a scovare il famoso marcio in Danimarca, ma non ne abbiamo trovato granchè.










11 commenti:

Miss Lemon ha detto...

Non l'hai mandata a cagare l'amica lamentosa di tua cugina??? Io sta gente la odio. E tua cugina se ne restasse là che qua in Italia non c'è futuro!

ero Lucy ha detto...

Si, di sti lamentoni e' pieno il mondo e anche il web.
Ovviamente mi riferisco a circostanze personali eh :D

° ha detto...

Copenhagen è il posto dove sono statapiù felice per la prima volta nella mia vita, la adoro, e non ci vado da troppo tempo. Vivevo a christianshavn: che figata! Che belle persone (ho ancora una "famiglia danese" che mi ha adottato allora e non mi ha mai lasciato.

P.s. Stoccolma NON è più bella e gli svedesi di stoccolma sono notoriamente i più antipatici del mondo (lo dichiarava recentemente il mio adorabile cognato svedese)

Wide

Anael ha detto...

Wow! La foto dopo la sirenetta è semplicemente astonishing! (scusa ma l'italiano è carente di termini adatti)
Bravissima a cogliere l'attimo!
Baci.
A.

sononera ha detto...

Miss: Io e mia sorella l'abbiamo odiata ammorte, con due m. Tra l'altro era una spocchiosetta che parlava perfettamente italiano, ma con noi parlava un inglese velocissimo, e non abbiamo capito un tubero. magari era pure simpatica, ma incomprensibile.


Lucy!!! ecco, tu sei una di quelle persone che mi piacerebbe conoscere dal vivo..tocca venire a Miami...e fare una visitina a te e a picci'!! come va come va!! manca davvero poco..

Wide: ma è un quartiere sciccosissimo!! quello che mi è piaciuto di piu', sicuramente.
Conosco molto bene la tua storia e il tuo amore per la Danimarca e per la tua famiglia adottiva, un pezzettino di te me lo son portato dietro andando in giro per quelle strade così ordinate nordiche e lineari..ma tu non lo sapevi :-)..ad ogni modo MIA CUGINA conferma appieno quanto detto..i danesi sono meravigliosi, gli svedesi sono di un'antipatia unica!
Anael: Bentrovata!! grazie, merito (solo) della reflex..

Serena Verdepomodoro ha detto...

gia.. quando ci sono stata io sarei voluta restarci per una ragione in particolare: è tutto piu semplice. Se tuo figlio si catapulta dalle scale e tu sei danese non ti agiti nemmeno. Se devi prendere i mezzi è na volata, e puoi portari dietro cani biciclette mille figli. Loro non soffrono il freddo e con temperature polari vanno in giro ovunque in BICI! e poi me ne vengono in mente tante altre di cose, ma non sto qui ad intasarti i commenti. Certo, le ragazze sò tutte bellissime... questo non mi rincuora...

Sandra c'era una volta Ilaria ha detto...

credo sia una questione di gusti e aspettative. Ho adorato la danimarca che ho visitato quasi per intero sulle 3 isole in auto arrivando fino a Skagen.E Ribe, Roskilde, posti magnifici. Ho amato moltissimo anche Stoccolma. A parte il cibo - e sì sono entrambe molto costose - sono stata proprio bene, era settembre e non fu poco piovoso, anche se il piumino che in italia uso a novembre era necessario. Naturalmente chi ama lamentarsi riesce a farlo ovunque.

Nina ha detto...

Che belle le foto! Che belli i colori! Che bello il tuo blog! Che.. NERVI l'amica spocchiosetta!! :))

MichiVolo ha detto...

io solo dalle foto mi sono innamorata :-)
cmq concordo...gli italiani sono bravi solo a lamentarsi! ;-)

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Lazyfish ha detto...

Prima o poi ci devo andare anch'io in uno di questi paesi nordici...ma gli uomini sono tutti come Alexander Skarsgard?(interessata ^^)

Mi piace il tuo blog,ho pensato di assegnarti il Liebster blog award!Vieni a vedere di che si tratta qui http://unamelaalgustopesce.blogspot.it/2012/12/liebster-blog-award.html

Bacioni,Mela.