29 dicembre 2012

DIAMO I NUMERI



Che debbo dirvi, buon Natale passato! Io come sto? Come u cazz. Ma mi riprendero' da queste ferie Natalizie destabilizzanti, oh sì. Ce la posso fare. Basta dare i numeri e fare il punto.
Si debba solo sapere che una settimana a contatto con i miei al paesello ha prodotto:

numero 1 esaurimento nervoso a mio carico
numero 2 chili ripresi senza colpo ferire (ero a quota meno 10 , raggiungendo un peso che nello storico non era pervenuto dal lontano 2002)
numero 10 mila sigarette al giorno fumate (e io ero quella che aveva detto che sotto le feste di Natale avrei smesso DEFINITIVAMENTE)
numero 3 amiche carissime con cui è stato bellissimo stare a contatto diretto, senza wazzup, feisbuc e altre amenità di genere tecnologico che non sto qui ad elencare
numero 2 libri bellissimi divorati senza pietà per le prime 20 pagine, e miseramente abbandonati sul comodino.
numero 1 bellissima nipote in preadolescenza positiva, da spupazzare a piu' non posso, che non ci vediamo mai
numero 4 attacchi di panico da "andrà tutto a rotoli, la mia vita è finita e non merita di essere vissuta, sono la vittima del mondo sconsacrato e anche di quello consacrato"
numero 1 ciclo mestruale dolorosissimo dei miei coglioni che ha di certo disturbato i miei piani di ubriacatura natalizia
numero 36 domande del tipo: ma tuo Maritoooooo??? ma non passate il Natale insieme?  Ma è una cosa gravissima! e già, è una cosa gravissima.
numero 47 domande del tipo: ma allora??? ma quando allarghi la famiglia?? ma cosa stai aspettando? e già, e cosa sto aspettando.
numero 20 ore di sonno arretrato accumulate
numero 24 attacchi di fame nervosa incontrollabile
numero 0 voglia di fare liste di buoni propositi per il nuovo anno
numero 0 voglia di scrivere il blog
numero 0 voglia di vivere la mia vita come andrebbe vissuta. Pienamente.

Ora sono a Roma, e spero in tempi migliori. Spero di calcolare meno, soprattutto. E di recuperare le ore di sonno perdute. E di perdere i due chili. E di rimediare alle abbuffate. E di passare del buon tempo con i miei gatti e il Santuomo, che siamo stati lontani come ogni Natale, e sì, non è tanto facile, anche se siamo sempre insieme durante l'anno. E spero di mandare a quel paese un po' delle mie idiosincrasie. E spero di mandare a quel paese un pò di persone . Che sono tante. Troppe. Le idiosincrasie. E le persone.
E spero di ricominciare a leggere, e spero di ricominciare a scrivere.

Buon anno a tutti voi.

5 commenti:

MichiVolo ha detto...

complimenti per i 10 kg persi ;-)
E tanti auguri per il nuovo anno! :-)

ero Lucy ha detto...

In questi casi mi piace sempre citare uno dei miei film preferiti, Vacanze di Natale: E pure sto Natale... se lo semo levato dalle palle.
Auguri di Buon Anno, Sononera!

gattonero ha detto...

@Michi: non per essere pignolo, i chili persi sono due, non dieci; ne restano otto, ma checcevò, con diecimila sigarette al giorno sono come una fumata di sigaretta. Pensa ai centomila di veronica, al giorno, e almeno virtualmente i chilotti spariscono; sono le ovaie che sfracicano al suolo.

Seinera, e ne hai ben d'onde: tra pregressi e programmi stai rischiando l'implosione. Passati 'ste feste fotténdotene di tutto il resto, poi si vedrà. Chettenefrega di crearti problemi o scrupoli o altre boiate quando il mondo gira lo stesso, qualunque cosa tu decida di fare.
Hasta la vista, diceva non so chi, e aveva ragione, anche se non so bene in che cosa.
Ciao, un abbraccio di augurio, magari anche per il prossimo anno venturo.

sononera ha detto...

Grazie a chi é passato e un saluto mi ha lasciato! Ps: gatto nero. Dieci sono i.chili persi. Ti ringrazio per i tuoi versi!

emanuelas ha detto...

bellona, buon anno!!
mi manca tanto scrivere anche a me.. ma tant'è.. baci
e.