24 maggio 2012

BOTULINO

No, non fatevi ingannare dal titolo, non devo (ancora) sottopormi ad una seduta riempitiva di filler al botulino per riempire le rugazze che stanno spuntando impietose sul mio viso da neotrentatrenne.

Il post si intitola così, perchè si parlerà di Cefaelea Tensiva, Cefalea a Grappolo, Emicrania semplice, Cefalea da freddo, o molto piu' semplicemente, di Mal di testa cronico dei miei coglioni.

Soffro (e tanto) di emicrania unita a cefalea tensiva dalla tenera età di quattro anni. Il resto è storia. La storia sono antidolorifici presi senza pietà e senza ritegno per oltre 25 anni, manco fossi il dott House nelle fasi piu' acute della sua tossicodipendenza. Ho cercato di stare sempre attenta a non esagerare, e questo mi ha comportato spesso e volentieri una sola conseguenza, ovvero soffrire come un cane.

Purtroppo la cefalea cronica è socialmente rinosciuta come " Ah, poraccia, ha mal di testa" senza capire che è una roba devastante, che impedisce le normali attività quotidiane, come lavorare, viaggiare, andare in palestra, uscire la sera con gli amici, vivere. Io lo faccio lo stesso, solo e appunto, grazie ai miei preziosi FANS, perchè sono famosa (ah ah, ho fatto la battuta).

Quando sono in fase di attacco, e poi l'attacco passa, io mi sento come se un elefante avesse passato le sue leggiadre zampe sulla mia faccia, ballando il cha cha cha. Ecco come mi sento. Mi sento come se avessi lui sulla noce del capocollo.


Sento che non ho la forza di fare un tubo, quindi quello che faccio lo faccio con sforzo (e grandissimo rodimento di chiulo)

Ho girato molto, sono stata, se vi ricordate anche al centro cefalee del Policlinico, definito da molti l'eccellenza, definito da me centro di istigazione alla vera tossicodipendenza. Leggetevi il post di tre anni fa se non vi è chiaro di cosa si tratta.

Ho fatto TAC, risonanze magnetiche, elettroencefalogrammi, radiografie, ecografie, e chi piu' ne ha piu' ne metta. Non è servito a nulla. E' ereditaria, e me la tengo.
Sfogo a parte, dopo un'ultimo attacco durato la bellezza di 17 giorni consecutivi, sono stata in un centro privato, dove ero stata anche 2 anni fa , ma che per ragioni piu' serie (malattie sorellifere varie che ben conoscete, oltre all'organizzazione del mio matrimonio), non avevo piu' visitato. E' un centro di eccellenza, e costa tantissimo. Ti rivoltano come un pedalino, ti fanno domande specifiche, e ti senti capito. Il problema è che ora questi simpaticoni mi hanno detto che l'UNICA SPERANZA che ho, sono le Iniezioni di veleno tossina botulinica nelle zone superficiali del cranio. Una tecnica super sperimentata e sicura e rinomatissima e efficacissima e bla bla bla. Il neurologo ieri mi ha detto: "Chi l'ha provato non torna piu' indietro, i miei pazienti sono rinati". Emh, il problema, a parte che mi fotto di paura, è che non ho mai conosciuto nessuno che ha fatto questa roba qui. Non pensavo di essere conciata così male. "In ogni caso , il costo di ogni "fiala botulinica" si aggira intorno ai 600 euro, e ne servono due a seduta, per un totale di 4 sedute l'anno per due anni...."WAIT A MINUTE, stiamo parlando di un mio stipendio sano sano che andrebbe via ogni 3 mesi interamente per queste infiltrazioni?
Ma non mi dica, signor Dottore dei miei stivali, chi non ha uno stipendio da 1200 euro al mese da spendere in fiale botuliniche ogni tre mesi? Suvvia suvvia. Si figuri che io non ho proprio problemi, non devo pagare l'affitto ogni mese, vivo in una città economicissima, i fornitori di acqua, luce e gas sbagliano di continuo indirizzo quando mi consegnano le bollette, quindi non le pago, e non ho alcun problema ad arrivare a fine mese.

Bando alle ciance. Concretamente:  non so che cazzo fare. Cioè, lo so benissimo che fare, cambiare spacciatore medico, e trovarne uno meno caro e piu' onesto. Anche se questo è il luminare dei luminari. Anche se forse potrei guarire completamente.
Quindi vi chiedo, o voi che sempre passate di qui nonostante la scialberia di questo posto: "C'è da fare questo investimento? Conoscete qualcuno che ha fatto questo trattamento e sta meglio? Conoscete qualcuno a Roma che in generale può darmi una mano? Aiutatemi . Ve ne prego.


Nota dell'autrice numero 1: che si sappia, in questo post faccio la martire, ma so di essere molto fortunata. La cefalea cronica è una malattia, invalidante, snervante, rognosa, ma non genera pericoli reali per la salute. E quindi, bon, volevo specificare. Ecco.

Nota dell'autrice numero 2 che non c'entra come al solito NA FAVA: a proposito di malattie, lunedì scorso, dopo l'ultimo attacco emicranico, sono riuscita a vedere l'ultima puntata del Dottor House, andata in onda negli Stati Uniti il 21 maggio del corrente mese. The End. Proprio l'ultima, la fine.
E ho pianto. La puntata è bellissima e degna di una serie tanto irreale quanto credibile come questa. Forse non la mia serie preferita, ma LA SERIE che mi ha emozionato di piu' tra tutte le altre. Mi mancherà quel gran bastardo, egoista, insolente e puttaniere di dottore. Ah se mi mancherà. Sti cazzi direte voi. E avete ragione.


22 maggio 2012

LA MALA EDUCACION



Trovo che un pò dappertutto ci sia un gran parlare di sessualità e rapporti sentimentali abbastanza piatto.
Ovvero, se ne parla secondo la concezione che io personalmente avevo all'età di 15 anni. Forse 20, ma no, a 20 ero già avanti.
Ci sono tre grandi categorie che vengono utilizzate per definire il rapporto di coppia (degli altri, nessuno o quasi giudica il proprio), e il resto non esiste. Se esiste, lo si nega. Se non lo si nega, si vede come IL MALE. Ecco, vorrei parlarne anche qui, magari riuscite a smentirmi.
Le categorie sono:

SONOMONOGAMO
TROMBOCONCHIMIPARE TANTO SONO SINGLE
TROMBOCONCHIMIPARE ANCHE SE SONO ACCOPPIATO

Ecco, a me questa cosa sembra un pò limitante. Io faccio parte della prima categoria, ho scelto la monogamia da tanto, tantissimo tempo, è una scelta consapevole, questionabile, ma è la mia scelta, spero, definitiva. Mi sono sposata, e con un uomo meraviglioso, e l'impegno durerà per la vita, quindi richiede molta fatica.
Ad ogni modo, sembra che la società quando fai questo tipo di scelta, ti veda come un essere orrendo, se solo provi a pensare in maniera maliziosa ad un altra persona, se ti senti attratta da un'altra persona, se hai dei ricordi che ti ribaltano le budella ancora oggi, che sono legati ai tuoi ex, e non al tuo attuale compagno. Ecco, io me ne facevo un problema, di questo, fino a poco tempo fa. Mi sentivo in colpa. Moltissimo. Mi dicevo, se tu pensi in maniera impura ad altri uomini sei una grandissima stronza.

Poi ho guardato il mio cuore. Il mio cuore parla di LUI e a lui ogni singolo minuto. Sono come una ragazzina alla prima cotta quando LUI entra in chat e scrive "Buongiorno amore mio, come stai?" Perchè LUI è l'uomo della mia vita, e io gli dedico ogni sviolinata possibile e immaginabile, di quelle da far venire i conati di vomito per quanto sono smielate. LUI le merita, anche quando non le merita.
 LUI é ovviamente è mio marito, Il Santuomo.
MA.
Alle volte mi fermo e sono attratta da altro. Un sogno, un' illusione, un ricordo passato.
C'è chi dice che quando qualcos altro ci attira, stiamo male nella relazione in cui stiamo. Per me è una stronzata bella e buona. Il confine è labile. Non sono attratta da altro, perchè sto male, sono attratta da altro perchè capita, è fisiologico, è naturale. Chi lo nega, nega una parte di se'.
E' evidente che quando dalla teoria e dalla fantasia si passa alla pratica, c'è qualcosa che non va. Anche questo è un mio pensiero, ma può darsi che non sia sempre così. Non so, il mondo è bello perchè è vario o perchè è avariato, fate vobis. Io di base ho scelto la monogamia, con beneficio del dubbio. Sempre. Chi non dubita, ed è così sicuro dei propri sentimenti, fa molto molto male. Prima di tutto a se' stesso. Io sono sicura dei miei sentimenti, ma non tanto. E mi va bene così.
Se no che palle.
Non so voi, donne e uomini che leggete e passate di qui, e magari siete accoppiati da lungo tempo e avete scelto la monogamia, cosa ne pensate. Io di una cosa sono sicura.
Non è facile, ma è bello, decidere di dedicare la propria vita ad un'altra persona. E' altrettanto bello tenere uno spazio fantastico, per se', per dire, io sono una persona, singola, attraente, e posso piacere.
Che poi uno si senta un cesso ambulante dalle prime luci dell'alba fino al tramonto, beh, è un altro paio di maniche. Ma ci sto lavorando.


13 maggio 2012

COME SIAMO MESSI

SETTORE FISICO/DIETA/PALESTRASono giorni duri. Alterno fasi di consapevolezza e serenità, a momenti di stanchezza cronica assoluta. Resto immobile, scambiando quei momenti per depressione. Invece poi passano da soli. Il problema è che dentro quei momenti ci sono le abbuffate. Sono di nuovo avviata verso il numero che odio, il 90, mancano davvero pochi etti, e poi la mia dieta ingrassante puoì dirsi conclusa. Ecco cosa fa la palestra sulla sottoscritta. La fa ingrassare. Se continuo così smetto: Il problema è che mi piace un sacco. Proprio.

SETTORE AUTOSTIMA
Sotto la pianta dei piedi. Mi vedo orrenda. Mi sento brutta. Fuori e dentro. Semplice. Non ci sono altri modi per dirlo. O per lo meno questo è quello piu' superficiale che conosco. Nessuna donna dovrebbe sentirsi brutta. E il pensiero va a lei, che da quello che ho capito passa OLTRE TUTTO IL RESTO anche questo normalissimo abbassamento di autostima, dovuto alle cure, che le hanno imbruttito il corpo, oltre che lo spirito. Me la vorrei abbracciare tutta e dirle che è na gnocca comunque. E sentirmi dire altrettanto da lei, ( e so che me lo direbbe). Wide, famme sapè, quando vuoi che ti abbraccio, e ti abbraccio. Ti voglio bene. Gnocca.

SETTORE SOLDI
Stiamo risparmiando. Lavoriamo entrambi, quindi abbiamo abbondantemente di che vivere. Non mi lamento. Ma invece sì, lamentiamoci. Sto adottando ogni stratagemma per coprire i buchi di quello che abbiamo speso in passato. Rata della macchina, benzina alle stelle, affitto stratosferico a Roma, bollette de li mortacci loro, rate di prestiti di dentista e chi piu' ne ha piu' ne metta. E alla fine attingo dai risparmi. Sudatissimi, che servirebbero per allestire la ipotetica futura nuova casa in affitto senza mobili, e che invece servono per tappare, tappare, tappare. Mi lamento, ma so che non dovrei, che sono , siamo fortunatissimi, di questi tempi. Ok, fine. Ne verro' a capo. "Insert coin" intanto.

SETTORE VACANZE ESTIVE
Per la prima volta in dieci anni non faremo vacanze estive. Saremo in ferie, staremo un pò dai miei e un pò dai suoi, e andremo un pò in giro per le spiagge pugliesi senza prenotare nulla. Il motivo? Vedi punto di cui sopra. E poi sapevo già che andare a Londra a Marzo mi sarebbe costato caro. E non fa niente, Sti cazzi. Londra val bene dieci giorni di spiaggia bianca Siciliana, che era nei programmi. Ma chi cazzo ci crede? Dai crediamoci. Dai.

SETTORE CAMBIO DI STAGIONE
Ecco, sapevo che prima o poi avrei dovuto buttare giu' tutto l'armadio. L'ho fatto ieri, e mi sono accorta che miè finito lo spazio. Direte voi, che cosa positiva, hai un sacco di cose. Di queste cose però metterò si' e no il 20%. Alcune di queste cose risalgono ai tempi del liceo. piu' di 15 anni fa.  Alcune di queste cose sono informi. Alcune di queste cose andrebbero bruciate. Invece non ho il coraggio di buttare. E se poi tornano di moda, e se mi servono per casa, e se poi il calzino fucsia spaiato ritrovasse il suo compagno smarrito ormai da 6 anni? Il mio armadio è come il maiale. Non si butta via nulla.


SETTORE VITA SOCIALE
Quando mi sento particolarmente fuori forma, tipo in questo periodo, faccio fatica a farmi vedere in giro. Mi piace molto uscire, ma insomma, cerco di coprire quello che posso con maglie e giacche lunghe. Mi sto sforzando di non rintanarmi in casa, certo, non vado a ballare nel fine settimana. Non ne ho voglia, e non mi sembra di avere piu' l'età. Magari mi sbaglio, ma la maggioranza dei locali che mi piacevano ai tempi risultano frequentati come è giusto che sia dai nuovi ventenni. I locali frequentati dai trentenni-quarantenni di adesso, sono cio' che di meno mi rappresenta e che cerco. Roba fighetta, mooolto fighetta. Quindi no. Però l'obiettivo è di prendere aria. Di uscire. Buttarsi in un prato insieme agli amici a cui voglio bene. Mare. Sole. Passeggiate. Me lo devo.

SETTORE LIBRI CINEMA E SERIE TV
Il libro che sto leggendo è arenato da due settimane. Quando non ho voglia di leggere qualcosa non va. Cinema zero. Forse mi concederò il nuovo film di Tim Barton, ma se fa cagare come Alice In Wonderland giuro che mi porto quattro dozzine di uova e le tiro sullo schermo. Che cazzius.
Io e il Santuomo siamo a ruota con le serie tv americane e inglesi. Due delle mie serie preferite sono alla fine. Voglio muri'. Cioè non posso credere che il 21 maggio negli States trasmetteranno l'ultima puntata del  Dott House. Ci ho passato una decade, mi sono emozionata tantissimo anche se è la serie tv piu' poco credibile della faccia della terra. Ciao ciao Doc. Mi mancherai.

SETTORE BLOG
Facendo il punto, questo blog non ha di che parlare. Non lo chiudo sia chiaro, ma insomma, fa caldo è estate, e credo che il settore blog sia in generale in forte crisi, essendo di gran lunga superato da robe molto piu' immediate, come Instagram, Twitter, Pinterest, e ovviamente Facebook. Ma scrivo per me, per ricordare. Chi sono, cosa faccio, dove sto andando. Per ora da nessuna parte, ma va bene così.


5 maggio 2012

UNA GATTA NERA SOTTO FORMA DI DONNA




Siccome non ho davvero niente da fare nella vita mia, ho pensato di dedicare questo post al mio social network preferito, che si chiama TWITTER.
Perchè io sul web nasco come una blogger anonima e logorroica, a cui fondamentalmente piace scrivere e leggere cose intelligenti. Non che sull'altro social network non trovi anche cose intelligenti, o su twitter non trovi anche delle emerite boiate, ma insomma, non amo particolarmente farmi i cavoli altrui, e ho sempre preferito la sostanza di twitter all'apparenza di facebook.
Una delle cose su cui sono andata in fissa su Twitter è la descrizione della Bios in 140 caratteri di alcuni iscritti che seguo ormai da anni,  ah no, pardon, che followo da anni.

Secondo me in moltissimi c'è così tanto genio, che mi sono detta, perchè non fare un post e raccoglierne alcuni tutti insieme? Ecco, ci si potrebbe scrivere una storia, con le vite riassunte degli altri.
Partiamo.

L'importante non è il contenitore in se, ma il vuoto centrale che lo rende utile
Qual è si scrive senza apostrofo, porcozzio!
Ogni persona è un abisso, vengono le vertigini a guardarci dentro.
Io non sono un alcolista, gli alcolisti vanno agli incontri. Sono un ubriaco, io vado alle feste.
Non so se hai presente una puttana ottimista e di sinistra
Inventore dei Carrelli per la Spesa Telecomandati. Cerco tombini giapponesi usati. Esisto a momenti. Scienziato. Scrittore. Filosofo. Non sono pazzo. Satirico.
Nutro un odio profondo per le tapparelle; non so perché. I punto e virgola li metto a caso. Con le faccine sto cercando di smettere.
Son magari d'accordo che due più due quattro sia una bellissima cosa, ma vi dirò che anche due più due cinque è tavolta una cosuccia graziosissima
Blogger per sfizio, mi frega la fretta di pubblicare. Non litigo mai perchè mi manca la risposta pronta, anche quando ho ragione. Moglie, mamma, e altri ruoli.
http://twitter.com/#!/chiaradinome
Sono figa. Non posso essere anche simpatica.

Penetrare con lo spirito nell’essere di una fanciulla è un’arte, ma saperne uscire è un capolavoro.
Friggitore di calamari
Ero Lucy van Pelt, la ragazzina col banchetto pronta a dispensare consigli. Cosa diventerò lo saprà solo il tempo.
Guru della porta accanto
http://twitter.com/#!/laradiceno
Ci sono e ci faccio, però più ci faccio
http://twitter.com/#!/PollyWantsacreh

Sono nato molto giovane. Guido una Duna. Ho due nani. Mi sono iscritto a Twitter perchè costa meno dello psicologo.
http://twitter.com/#!/David_IsayBlog

 
Nota dell'autrice numero uno: Sono anche su Instagram. Scrivo cagate e pubblico foto anche lì.

 
Nota dell'autrice numero 2 (che non c'entra un tubo come al solito): ho iniziato da circa quindici giorni la palestra insieme alla piscina. Un'unica cosa da dire: ma come cavolo ho fatto a stare senza per tutto questo tempo?