18 aprile 2013

TEST A RISPOSTA MULTIPLA (CON SOLUZIONI, ACCURATISSIMO)



DOMANDA 1.

Quando Sononera ha l'occhio da triglia che guarda in un punto imprecisato della parete innanzi al suo naso:

A) Sta pensando ai risultati elettorali dell'ultimo mese e mezzo, all'elezione del nuovo Presidente della Repubblica, e a chi diamine votare come nuovo Sindaco di Roma, e soprattutto, se andare, per l'ennesima volta, a votare il pezzo di cretino del momento.
B) Pensa a Bono Vox.
C) Si è rotta le palle.

Risposta: B (a volte la C, ma in questo periodo potrebbe essere anche la A)

DOMANDA 2

Quando Sononera è oberata da una miriade di cose da fare e vorrebbe una giornata di quarantotto ore da dedicare a sè stessa pensa:

A) Basta, mi faccio l'assistente personale come Carrie Bradshaw, perchè che cosa ho io meno di Lei per non avere una tipa al mio servizio che mi affitta le borse firmate, mi riordina, riorganizza, pulisce, ristruttura casa e mi fa anche il cambio di stagione?
B) Basta, voglio andare in REHAB.
C) Come cazzo faro' quando e se avro' un figlio.

Risposta: B

DOMANDA 3

Quando Sononera si guarda allo specchio:

A) Pensa che finalmente non si fa tanto orrore, che nonostante le stupide borse e la inutile cellulite, e un gran bel pezzo di ragazza curvy e che quasi quasi, potrebbe pensare ad una carriera da fascioncurvyblogger e diventare famosa.
B) Pensa che è un cesso, punto.
C) Pensa che, sì , va bene, ora è dimagrita, ma tra qualche mese ne riparliamo, che la fame nervosa è sempre dietro l'angolo, e che non si guarisce da un disturbo alimentare in quattro e quattrotto sentendosi pure strafighe. In pratica pensa che ha sculato, e che la fortuna avrà una fine.

Risposta C (e nei giorni peggiori, semplicemente B)

DOMANDA 4

Quando Sononera riceve una bella notizia:

A) Se ne rallegra, resta di buonumore per tutta la giornata pensando che la vita è bella, e magari si fa anche un balletto e canta una canzoncina di Jovanotti o di Rino Gaetano che fanno sempre simpatia.
C) Rimane imbambolata dinanzi al suo interlocutore, e non riesce a dire una sola parola, per l'eccessiva contentezza.
B) Pensa : e quindi, mi state a cojonà?

Risposta: C

DOMANDA 5

Quando Sononera è di fronte ad una persona che parla di cose piu' o meno interessanti, con evidente tendenze logorroiche, utilizzando un tono di voce acuto e insopportabile, pensa:

A) Ma sì, sopportiamo, in fondo sto imparando qualcosa di davvero significativo, o comunque, tutto puo' tornare utile nella vita,  quindi , fa nulla, ascoltiamo questa tortura con stoicità e coraggio. La tua accresciuta cultura sarà la ricompensa per  tutta questa ridondanza di particolari.
B) Ora basta, lo interrompo con pacatezza e gli dico: di quello che stai dicendo, non mi importa una beneamata mazza, quindi, ti chiederei la cortesia di non continuare oltre, perchè sai, alle volte, anche l'altro interlocutore avrebbe qualcosa da dire, e saprebbe farlo in maniera concisa e sintetica, senza tanti fronzoli.
C) Ora prendo una bomba e te la tiro in faccia, così taci per sempre.

Risposta: C

DOMANDA 6

Quando Sononera incontra l'ennesimo conoscente che le fa notare la sua carnagione da vampiro-mozzarella di bufala incerata:

A) Dice: mi avete cacato o cazz.

B) Lei con molta diplomazia ribatte che è diritto di ciascun essere umano decidere o meno di esporre al sole quanto il proprio corpo ha da offrire alla vista, che preferisce rimanere in città, e solo ad Agosto si concederà una breve ma intensa vacanza in un posto di mare per cui valga davvero la pena. Sempre con protezione 50 + , che il sole fa venire le rughe.
C) Tace e tira dritto senza dare risposta alcuna, perché tanto chi glielo chiede è qualcuno che non concepisce l'ODIO per la bella stagione, per il caldo, il sudore, il trucco che si scioglie, i trenta gradi a metà aprile, i dove vai in vacanza? e mi raccomando, abbronzati!, quindi è inutile parlare

Risposta: A

DOMANDA 7

Quando Sononera si trova per le mani un libro brutto, pensa:

A) Che vorrebbe legalizzare l'uso del NAPALM per bruciare tutto.
B) Che non fa nulla, dai, in fondo, chi non ha mai scritto un libro brutto? Anzi chi non ha mai scritto un libro.
C) Che non si capacita di come sia ingiusta la vita, che non è vero che tutti possono scrivere un libro, che un libro è un dono di se', e deve essere un bel dono. E molti di quelli che sanno scrivere non lo fanno. E non è giusto, perchè il mondo ha bisogno di quel dono. O per lo meno ne ha bisogno lei.

Risposta: A

DOMANDA 8

Cosa pensa Sononera di quelli che credono di aver fatto scelte di vita meravigliose e se ne vantano a tutto spiano:

A) Che fanno bene, perchè bisogna essere convinti nella vita.
B) Che quasi nessuno, tranne rare eccezioni di cui andare fieri,  fa scelte veramente coraggiose, e che siamo destinati tutti a vivere nella illusione di crederci tanto piu' bravi degli altri, ma  in fondo alla nostra anima, sappiamo benissimo di esserci aggrappati a qualcosa, o peggio a qualcuno, e che è merito loro se abbiamo fatto le scelte che abbiamo fatto, e allora, che ce diamine ce la tiriamo a fare?
C) Che fanno male, perchè tirarsela è poco cool, e ora va tanto di moda la modestia.

Risposta: Assolutamente B.

DOMANDA 9

Cosa pensa Sononera dei peli superflui:

A) Donna baffuta, sempre piaciuta.
B) Che sono il vero problema del genere femminile, anzi del genere umano, altro che disparità tra i sessi e utilizzo sbagliato dei congiuntivi.
C) Che se rinascesse, proverebbe a fare l'estetista, e a risolvere per sempre il problema alla radice.(vedete, io li uso bene i congiuntivi)

Risposta: B

DOMANDA 10

Quando Sononera pensa al qui presente Blog:

A) Vorrebbe oscurare tutto, chiudere tutto, insomma finirla qui.
B) Vorrebbe che avesse centomila visualizzazioni al minuto, come quello della ChiaraFerragna, anche se non vale una cippa lippa, o quello della NONSOLOMAMMA, che invece vale tantissimo, ed è una delle blogger del suo cuore. Perchè insomma, vorrebbe sapere che cosa si prova, dopo sei anni di bloggeraggio. E' questo il suo sogno segreto.
C) Le piace tanto, ma tanto tanto, questo posto, che è curato da lei medesima, che è stato piu' volte abbandonato, ripreso, riletto, risfoderato per le occasioni importanti, e non lo cambierebbe di una sola virgola, errori di ortografia e di battitura compresi. Perchè è bello essere imperfetti.

Risposta: A (e raramente C, per questo questo posto è ancora visibile).


SOLUZIONI: Non importa se hai totalizzato una maggioranza di risposte A, B o C, sei e rimani una FUORI DI TESTA TOTALE.

16 aprile 2013

DI LOUIS VUITTON E CHIRURGIA ESTETICA DEI MIEI STIVALI

Ho un serissimo problema di occhiaie e borse.
Sono questi i problemi veri della vita, mica pizza e fichi.
Quindi, perchè no, parliamone.
Rivedo le mie foto del matrimonio, che avveniva meno di due anni fa, e ve lo assicuro,
di queste due LOUIS VUITTON che mi ritrovo sotto gli occhi non c'era alcuna traccia.
Magari c'erano due mini baguette, ma insomma, ste robe qui sotto sono cresciute dai 32 ai 34 con una velocità esponenziale.
Pensavo fosse un problema in parte accentuato dalle sigarette e dalla vita malsana e stressante.
Ho smesso di fumare da tre mesi e confermo che NO, non sono le sigarette la causa di cotanti cerchioni sotto gli occhi.
La mia pelle è migliorata molto da quando ho smesso, i miei capelli ringraziano per la loro ritrovata morbidezza e pettinabilità.
I miei denti sono così bianchi che piu' bianchi non si puo'.
Invece quelle stronze di borse e le loro sorelle occhiaie sono peggiorate a dismisura.
Il tracollo.
Bah.
Lo so, l' ho capito, devo rassegnarmi.
Semplicemente, è genetica.
Ad ogni modo.
Se non volessi rassegnarmi?
Ho provato seriamente a pensare ad una cosa che fino a qualche anno fa non mi sfiorava neppure l'anticamera del cervello
UNA BLEFAROPLASTICA.
Poche settimane fa mi è capitato di viaggiare in treno con il guro della chirurgia estetica Roy De Vita in persona, e abbiamo disquisito della opportunità di dover succhiare tutto il mio grasso sotto cutaneo nonchè quello sotto gli occhi. (Non è assolutamente vero che abbiamo disquisito, era solo il mio casuale vicino di posto in un viaggio di lavoro, non ci siamo detti mezza parola, lui non ha degnato di uno sguardo le mie misere borsone, e si è letto La Repubblica per tutto il tragitto Roma- Milano)
Ad ogni modo aver incontrato il guru della chirurgia mi ha fatto riflettere.
Cosa ne penso, veramente, della possibilità di finire sotto i ferri, per puro scopo e miglioramento estetico?
E soprattutto, ha senso focalizzare l'attenzione sugli occhi, per una come me, che ha il corpo molle come un budino a causa dei numerosi dimagrimenti- ingrassamenti e altre amenità come la mancanza di pratica regolare di sport da circa un lustro abbondante?
Meglio un'addomino plastica? Meglio una mesoterapia per il sedere che cade giu' manco fosse entrato in depressione?
Vedete, entrare nel loop è semplice.
Si parte da una "semplice" blefaro per migliorare lo sguardo, e si finisce a disquisire di culi ,
tette e lifting futuri.
Però, inutile negarlo, io ci penso a questa cosa del tempo che passa.
Ci penso poco, perchè non ho tempo, guardate un po' che controsenso.
E quando ci penso mi chiedo: cosa farei nel caso in cui non mi piaccia più l'immagine riflessa nello specchio?
(Quando mai mi è veramente piaciuta, tra l'altro.)
E poi mi viene in mente una cosa.
Tutte, ma proprio tutte le persone (soprattutto di sesso femminile, ma il discorso puo' essere fatto in generale) che a mio gusto reputo DAVVERO BELLE non sono quelle ben fatte.
Mi piaccono le forme, prima di tutto. Mi piacciono le persone con il sole negli occhi. Mi piacciono i nasi importanti, mi piacce la naturalezza, la timidezza, l'espressività.
Non ci faccio neppure caso, ad un'occhiaia o ad una borsaccia di troppo.
Non parliamo poi della proporzione. Non mi importa se uno ci ha le cosce tornite, il sedere troppo grande, o il rotolo di pancia. Ste robe IO le vedo solo su di me.
Sono tanto severa con me stessa quanto sono morbida e accogliente con le altre donne.
E allora. Di cosa parliamo?
Ecco, io penso che laa bellezza sia è nella propria natura e nella propria ricchezza interiore.
E che poi venga un bel corpo e una bella faccia.
Che sono nulla senza passione.
Leggevo la descrizione di una twittera che seguo con piacere che descriveva se stessa in questo modo:
Most of all, I'm a passionate human being.
Ecco, se manca la passione per la vita, io credo che tutti diventiamo incredibilmente brutti.
E io ce l'ho. anche se nascosta profondamente sotto un carattere timido, cupo , pigro e pessimista per natura.  Ecco, suppongo che l'importante sia accettare la propria natura.
Perchè sapete che c'è?
Che io sono affezionatissima ai mie lardelli. I segni , i buchi, la cellulite , sono parte della mia antiestetica scelta di vita. Sono parte del mio vissuto, di quella che sono stata, e che continuo a divenire.
E per fortuna purtroppo, le mie borse sono il segno di quello che sto diventando.
Un'adulta.

Che poi: Pure tu, ROY , ci hai cotanto di borse. Anzi BORZE, come si dice a Roma.
E sei lo stesso un bell'OMO.
Quindi: di cosa stiamo parlando?



E tra l'altro. Ma questa roba qui sotto, è un tuo prodotto?
Se si' , mi tengo la faccia che ci ho, e che ci avrò per i prossimi quarantanni, se Dio Vuole.
Grazie