27 settembre 2013

ALLA LARGA

Ehi, voi.
Si', voi, dico proprio a voi. 

Voi, che ci avete seri problemi con la vita, bipolari, schizofrenici, depressi, ossessivi compulsivi, bipolari (l'ho già detto? meglio ripetere). invidiosi, traditori pentiti che non sanno come rimediare al danno fatto.
Alcolizzati, drogati, sesso dipendenti che pensate solo a quello.
Oppure voi, che non trombate mai e ci avete sto grosso problema.
Acidi, aridi di cuore, logorroici, o semplicemente pazzi.
Soprattutto monotematici.
Ma anche salvatori del pianeta, fautori di sette religiose, politiche o promotori di associazioni culturali senza scopo di lucro.
Voi, che vi annoiate, e  non sapete come complicare i vostri pensieri se non condividendo la problematica con gli altri.
Voi cacacazzi nel senso piu' generico e puro del termine.

Alla Larga. 

Io ho iniziato a fare i conti e sono piena di debiti che è ora di restituire.
E soprattutto, è ufficiale.
Mi hanno detto che SONO TROPPO BUONA.
E che è questo il mio grande difetto.
Quindi.
Mi spiace.
Correggiamo il difetto.
Con affetto.
Vi saluto.

Sononera consiglia solo questo per ora


18 settembre 2013

ARRIVERA'

Come si sta ad essere dalla parte giusta?
Non lo so, so solo che io sto dall'altro lato, da quella sbagliata, e da troppi mesi.
Mi sento priva di stimoli. Mi sembra di vedere gli altri andare avanti, con facilità, e invece io sono il criceto sulla ruota che gira gira gira e non va da nessuna parte.
Ecco cosa è stato fino ad ora il 2013 per me. 
Un avvilupparsi su sè stessi senza arrivare a  nulla di concreto. 

E tutti li' che ti dicono devi avere pazienza. Che quello che vuoi ARRIVERA'. 
Se uno una cosa la desidera veramente, farà in modo di ottenerla, a tutti i costi.

Ecco, si' certo, come no.
E' che è proprio questo il punto. 
Lo so, lo so che prima o poi arriverà.
Ma la domanda è : 
quando arriverà?
Io le cose che voglio, le voglio tantissimo.
E non mi piace, non averle.
Vivo da frustrata, e non mi piace affatto quello che si prova.
La cosa buffa e che la "ruota cricetosa" la percorriamo in due.
Vedere il Santuomo e me correre a vuoto mi fa una tenerezza infinita.
Cosa vorrei fare per noi, per la nostra coppia, Dio solo lo sa. Cosa vorrei fare per lui per renderlo davvero felice, lo so soltanto io.

Immagine tratta da qui

Così è necessario che faccia comunque il punto, e che di quest'anno così negativo io salvi alcune cose che nonostante tutto, hanno fatto di me una persona felice:

Il concerto di Battiato
Aver detto addio (arrivederci ?) alle sigarette.
Aver rivisto Londra.
Il bagno a Favignana .
Indossare una quarantotto, e pensare che mancano SOLO cinque chili per infilare una quarantasei.
La salute comunque, in generale, perchè è bene dirlo e ricordarlo sempre.
Dati i trascorsi. E sapete di che parlo.
Aver visto mia nipote per ben tre volte in un anno (un lusso, visto che viviamo lontane)
Giocare con i figli della mia migliore amica
nel parco divertimenti piu' truzzo del centro sud.
Una pancia tanto tanto  attesa. (e la gioia nei suoi occhi)
Visitare la casa dei sogni, guardarsi negli occhi con Lui, e decidere di volerla a tutti i costi. (lo so, dopo ci sono state lacrime e delusioni, ma la sensazione che si prova quando non si è ancora nella fase in cui ti negano il mutuo, è una delle migliori in assoluto, ve l'assicuro)
Avere ancora un blog dove essere rimasta me stessa.

E una cosa voglio dire a te, sì a te, che ancora non ci sei, anche se ci sei già moltissimo, ci sei troppo, ci sei ogni minuto, ogni secondo,  e riempi ogni spazio del mio cervello che è già troppo pieno per contenerti tutto.
Mi venderò l'anima al diavolo, pur di conoscerti, un giorno.
Sappilo. 

3 settembre 2013

SETTEMBRE



Mi è capitato spesso di essere descritta come una dolce. Gradevole. Saggia. Accomodante.
Ecco.
Volevo mettere per iscritto che
NON E' AFFATTO VERO

Sono un peso sulle palle. Il Santuomo lo sa bene. Acida, e pure antipatica.
I'm a life heater. 
Odio l'estate, odio l'inverno, odio il troppo caldo, odio il troppo freddo, odio il passaggio dall'inverno alla primavera e il mio sempre puntuale calo umorale che ne consegue. Odio faticare, odio la palestra, il sudore, odio i chili di troppo, e odio avere praticamente fame per almeno tre quarti della giornata. Ma chi voglio prendere in giro.
Io ho sempre fame.
Odio il fatto che dopo sette mesi sogno ancora di poter riprendere una bionda in mano, e di fumare senza sensi di colpa seduta in quel caffe' (io non pensavo a teee)
Odio non potermi ubriacare almeno una volta a settimana, perchè l'alcool fa male alla salute e alla linea. E io sono contraria all'alcool, e soprattutto non lo reggo per niente, e da ubriaca mi metto pure a piagne.

In pratica sono una che ha la sindrome premestruale che dura trenta giorni di fila.

Pero'.
Tutto questo non esiste piu', quando arriva settembre.
Io amo la vita, quando arriva settembre.
E' tutto un ricominciare, per non andare da nessuna parte, quando arriva settembre.
E' tutto un confabulare che finalmente la vita sarà dalla tua parte.
Che poi non è vero, ma con questo clima, uno ci crede moltissimo.
E fa ancora caldo, ma non si suda.
E se ti metti all'ombra, ti arriva quell'aria friccicarella che ti entra nelle narici e ti permette di respirare. Finalmente.
E quell'aria fa venire voglia di comprare la Smemoranda e lo zaino nuovo, come al liceo. E di leggere tanto e di andare moltissimo al cinema, perchè ci sono molti film in uscita, quando arriva settembre.
E di fare massaggi e di avere le unghie curate.
E di un nuovo colore e di un nuovo taglio di capelli.
E viene il tempo che bisogna cambiare perchè la voglia è così forte che si insinua tra le membra e allora non si puo' dire di no.
Quindi vorrei che mi conosceste ora che settembre è qui.
Perchè ad ottobre tornero' ad essere un disastro.