19 giugno 2015

E MI RACCOMANDO, PENSIERO POSITIVO

"Tu non parli molto."
E' vero,  io no, e in questo periodo scrivo anche meno.
E' che ho una teoria. 
O forse è pratica allo stato puro.

La teoria è che le parole hanno un potere enorme. 
Il potere della felicità. Il potere della sofferenza.
La pratica è che alcune parole mi hanno fatto così male da spaccarmi il cuore, e ancora lo fanno.
Per cui bisogna stare molto attenti. 
Riflettere.
Perché le parole alle volte
sono capaci di cambiare il corso di una vita,  
sono in grado di ribaltare le cellule celebrali,
così sicure e protette fino ad un minuto prima.
Sono petali di rosa.
Sono lame.
. Restano, nel momento in cui vengono pronunciate.
Non volano, come dice il detto.
La pratica è che le parole non sono solo parole.

E' tutto un si stava meglio quando si stava peggio, e quanto ci siamo divertiti quella sera,
e guarda che è una profonda fregatura avere tre case di proprietà, che ora c'è l'IMU, la TASI e la vattelappesca;
E mi raccomando, pensiero positivo;
Pero' Kate Winslet, madonna mia se è grassa.
Suvvia, rimandiamoli al loro paese, quelli sui barconi.
E, mi raccomando, pensiero positivo.
Che quasi quasi mi prendo un gatto, ma lo voglio bello, se no che gusto c'è.
E mi raccomando, pensiero positivo
Dammi il tuo numero di cellulare che ti uozzappo domani.
Perchè non ordini la pizza destrutturata
Che Invidia, ma no , nel senso buono,
Hai voluto la bicicletta, ora pedala
E e mi raccomando pensiero positivo
Poi dopo ne parliamo, no anzi, ti scrivo sulla chat di facebook,
 e questo ti capita perchè non sei stata attenta, soprattutto devi imparare ad mangiare organico.
ma quella li' come le è venuto in mente di fare il terzo figlio, d'altra parte meglio questo di una malattia, e tu invece quando ti sbrighi?
E mi raccomando, pensiero positivo.


Sogno un mondo in cui almeno per un mese di fila io non debba sentire quello che tutti vogliono che io ascolti ad ogni costo, e soprattutto un mondo in cui possa liberamente avere il mio pensiero negativo del cazzo.

1 commento:

ioticerco ha detto...

Penso che le parole possono essere rasoi, lame taglienti, proiettili, bombe atomiche, e possono fare anzi fanno male, molto male. Ma penso anche che molto peggio delle parole siano le azioni perchè è più con quello che si fa, che non con quello che si dice, che si può causare dolore. Più delle parole, fanno peggio le azioni. Le azioni possono fare male, malissimo, possono anche straziare il cuore. E lo straziano.

Prenditi il tuo mese ed anche di più, dal primo all'ultimo giorno, e vivilo esattamente e perfettamente come tu vuoi viverlo. Non lasciare che siano gli altri a farlo, con le loro parole o azioni.

Ti abbraccio.