23 giugno 2018

GIURAMENTO

Buongiorno a tutti, sono una donna che combatte contro il binge da quasi venti anni e continuerà a farlo fino a che avrà sangue nelle vene.

Mai mi dichiarerò arresa di fronte al mio problema alimentare, mai accettero' di vedere nello specchio una donna sformata che non corrisponde a quella che sono io, a quello che sento di essere.

Questo è il mio problema, questa è la mia malattia, e no, non dipende dalla forza di volontà, dipende dal tempo speso verso la cura di me stessa, che in questi anni di cura dell'altro è stata pari allo zero.

Il binge porta con se' una serie di implicazioni profondissime che arrivano dritte dal passato, dalla famiglia di origine e dalla adolescenza.

Considerate quella che è stata una vita quasi priva di dolori profondi e molta profonda insicurezza,
considerate la depressione e la voglia matta di vivere unite ad un carattere insicuro e pieno di paure di fronte al cambiamento.
Io voglio cambiare.
Io voglio restare ferma per stare davvero bene.


Non importa quante risorse dovrò investire per ritrovare il mio corpo. Non importa quanti anni di elaborazione di un lutto non elaborabile mi serviranno per fare in modo che il mio cuore trovi la pace e la forza necessaria per fare una dieta, perchè sì, per dimagrire bisogna stare a dieta, e lo so che la dieta non è un fenomeno naturale e la cultura della dieta deve essere sostituita dalla cultura del cibo sano e intuitivo e dal movimento, bla bla bla, ma sì, io voglio fare in modo trovare un modo di non sentirmi piu' umiliata in questo modo per il fatto che passo molti dei miei pomeriggi tra la credenza e il letto.

Non è giusto.

Io voglio curarmi.

Prima della disperazione ci sono io
Prima di mia madre ci sono io
Prima di mio marito ci sono io.
Prima del mio lavoro ci sono io.
Prima di tutte le esperienze che intendo fare nella vita ci sono io.

Questa me giura di non tradire piu' sè stessa, mai.






1 commento:

'se fossi fuoco arderei il mondo' ha detto...

lo spero davvero per te.
anche io lotto col binge dalla primissima infanzia..
trovare una vera causa è un pò impossibile..
perchè è un accumulo di tanti fattori
che magari presi separatamente sono 'innocui'..ma presi insieme..
purtroppo io sento quest'oppressione del tempo che passa inesorabile fregandosene delle mie elaborazioni..